Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 22 Ottobre 2019, ore 20.36
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Italia Viva, Renzi: "Con noi 40 parlamentari"

25 alla Camera, 15 al Senato. Con l'ex Premier anche le due Ministre del Governo Conte Bis, Teresa Bellanova e Elena Bonetti

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - C'è il nome: Italia Viva. E ci sono i numeri: 25 deputati e 15 senatori per un totale di 40 parlamentari. Dopo l'annuncio della scissione con il PD, la nuova creatura renziana prende forma e sostanza. Con l'ex Premier anche le due Ministre del Governo Conte Bis, Teresa Bellanova ( Agricoltura) e Elena Bonetti ( Pari Opportunità e Famiglia).

Alla Camera, pronti a seguire Matteo Renzi, Maria Elena Boschi, Roberto Giachetti, Gennaro Migliore, Ivan Scalfarotto, Michele Anzaldi, Luigi Marattin. Capo delegazione sarebbe Ettore Rosato. Anna Ascani a sorpresa resta nel Pd. Dal Senato, oltre a Bellanova che nel gruppo dell'ex segretario Dem sarà la capo delegazione all’interno del Governo giallorosso, anche Francesco Bonifazi, Tommaso Cerno, Davide Faraone, Eugenio Comenicini, Nadia Ginetti, Ernesto Magorno.

CHI RESTA - PER ORA - NEL PD - Da sempre fedelissimi di Renzi, Luca Lotti, Lorenzo Guerini, passando per il capogruppo al Senato, Andrea Marcucci, sembrano - almeno per ora - resistere alle sirene del cambiamento.

Il primo guanto di sfida è rivolto al "nemico" Matteo Salvini che risponde alla richiesta di un confronto televisivo, accettando con un messaggio Whatsapp. Poi Renzi affonda ancora nei confronti del leader del Carroccio: "Mi si è avvicinato pensando che il leone fosse morto e si è preso una zampata", spiega ricostruendo quanto è avvenuto prima della crisi. Si è trattato di una "operazione di palazzo", almeno per quel che riguarda Salvini, "una operazione Machiavellica", ammette Renzi elogiando colui che è considerato il fondatore della scienza politica moderna. Fiorentino pure lui.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.