Sabato 4 Luglio 2020, ore 21.05
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

La Germania entra in recessione: maggiore contrazione PIL da crisi 2008

Confermata la flessione dell'economia tedesca scontando gli effetti del Covid-19

Economia, Macroeconomia ·
(Teleborsa) - La pandemia di coronavirus ha colpito duramente l'economia della Germania. Lo conferma la lettura finale diffusa dall'Ufficio statistico federale tedesco: il PIL del 1° trimestre evidenzia una contrazione del 2,2% su base trimestrale così come previsto nella stima preliminare e atteso dal consensus. Nell'ultimo trimestre del 2019 si era registrata una crescita dello 0,2%.

Si tratta della contrazione più importante dalla crisi economica e finanziaria mondiale del 2008/2009 e la seconda riduzione più forte dall'unificazione tedesca. Un calo maggiore su base trimestrale è stato registrato solo nel 1° trimestre 2009 (-4,7%).

Anche il dato su base tendenziale conferma la prima lettura e mostra una forte discesa del 2,2% in linea con gli analisti e contro il -0,1% rilevato in precedenza.



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.