Sabato 31 Ottobre 2020, ore 02.40
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Norvegia, secondo trimestre in rosso per i conti pubblici: non succedeva da 25 anni

Pesa la spesa pubblica in aumento per sostenere l'economia dopo l'emergenza Coronavirus e il crollo del prezzo del petrolio.

Economia ·
(Teleborsa) - La crisi del petrolio di fronte all'emergenza Coronavirus colpisce anche i conti pubblici della Norvegia. Come certificato dallo Statistics Norway, l'istituto statistico del Paese, da aprile a giugno la spesa pubblica ha superato le entrate complessive del Governo.

È la prima volta in 25 anni. Il deficit di 83 miliardi di corone (8,7 miliardi di euro), spiega l'istituto statistico, è dovuto al forte calo del gettito fiscale e del prezzo del petrolio – il principale prodotto di esportazione della Norvegia – mentre il sostegno all'economia ha fatto schizzare in alto la spesa.

"I dividendi del Fondo sovrano e delle imprese statali sono diminuiti, inoltre i ricavi del governo derivante dalle quote di proprietà nell'industria petrolifera è diminuito drasticamente", scrive nel report l'istituto statistico

Il Fondo sovrano norvegese – finanziato negli anni dai proventi delle concessioni per lo sfruttamento dei giacimenti petroliferi – è una delle colonne più stabili della finanza del Paese. Nonostante ciò anche Norges Bank ha dovuto fare i conti con le conseguenze economiche della pandemia nel primo semestre, con una perdita di 18 miliardi di euro.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.