Lunedì 26 Ottobre 2020, ore 17.04
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Brexit. allarme ACEA: "Con No Deal perdite per 110 miliardi nel settore auto"

Lo stimano le associazioni dei produttori europie stimando una perdita di produzione di 3 milioni di veicolii

Economia ·
(Teleborsa) - A causa della Brexit il settore auto rischia perdite per 110 miliardi di euro in 5 anni. L'allarme è stato lanciato dall'ACEA, l'associazione europea di produttori di auto, in seguito alle tensioni emerse nell'ultima settimana. Senza un accordo- ricorda - gli scambi commerciali ricadranno sotto le regole del WTO, imponendo dazi del 10% per le auto e sino al 22% per i furgoni.

Secondo le stime dell'Associazione è a rischio la produzione di 3 milioni fra auto e furgoni, un duro colpo per un settore che impiega 14,6 milioni di persone, è responsabile del 20% della produzione mondiale di autoveicoli e spende circa 60,9 miliardi di euro all'anno in innovazione.

"L'industria chiede ai negoziatori di assicurare urgentemente un accordo a tariffe zero, che comprenda regole moderne ed eviti frammentazioni regolamentari", sollecita l'ACEA, assieme alla European Association of Automotive Suppliers (CLEPA) ed a 21 autorità nazionali del Blocco.

"La posta in gioco è alta per l'industria automobilistica europea. Dobbiamo assolutamente avere un ambizioso accordo commerciale UE-Regno Unito entro gennaio. Altrimenti il ??nostro settore, già in difficoltà per la crisi COVID, sarà duramente colpito da un doppio colpo"afferma Eric-Mark Huitema, direttore generale di ACEA.

"Una Brexit senza accordo interromperebbe la catena di approvvigionamento automobilistica integrata e colpirebbe l'industria in un momento critico. L'impatto si farà sentire ben oltre i soli flussi commerciali bilaterali, traducendosi in una perdita di posti di lavoro e capacità di investimento. Il settore automobilistico è il più grande investitore in ricerca dell'UE con 60 miliardi di euro investiti ogni anno. Abbiamo bisogno di un accordo che mantenga la competitività globale del settore", aggiunge Sigrid de Vries, segretario generale CLEPA.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.