Facebook Pixel
Giovedì 21 Ottobre 2021, ore 02.58
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Green Pass, Salvini spiazza: parlato con Draghi, nessuna estensione

Escludo obbligo arrivi in discussione, ha detto il leader della Lega

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Sembrava che il Governo avesse deciso di imboccare la strada della fermezza, ma si sa, la politica è l'arte compromesso e a mescolare, di nuovo, le carte sul tavolo ci ha pensato il leader della Lega Matteo Salvini. "Ho parlato con il presidente Draghi, non risulta nessuna estensione di green pass a tutti i lavoratori del pubblico e del privato, a differenza di quello che ho letto su qualche giornale e quindi questo mi conforta". Lo ha detto margine della sua visita al Salone del Mobile nei padiglioni di Rho della Fiera di Milano.





Escludo che arrivi in discussione l'obbligo vaccinale", ha aggiunto il leader del Carroccio rispondendo a chi gli chiedeva se il Presidente del Consiglio fosse orientato a prendere una decisione sull'obbligo vaccinale. "Siamo pronti a discutere di tutto, se qualcuno vuole inserire l'obbligo vaccinale deve anche inserire il risarcimento per eventuali danni. L'obbligo avrebbe il risultato contrario: spaventerebbe e aumenterebbe i dubbi".

Per Salvini l' obiettivo è "garantire salute e lavoro e penso che in queste ore si stia trovando una soluzione soddisfacente sui minorenni, sulle famiglie, sui tamponi gratuiti, sull'allungamento della durata del Green pass. Se alzare i toni ci permette di avere dei risultati, allora vuol dire che stiamo facendo il nostro mestiere".

Quanto alle frizioni con il Ministro dell'Interno Lamorgese, Salvini ha ribadito di aver chiesto al Premier Draghi "il prima possibile un incontro a tre. Ci sono italiani che si sacrificano e che spendono soldi e tempo e intanto continuano a sbarcare migliaia di persone senza controlli e senza regole". Sempre a proposito della titolare del Viminale, ha aggiunto: "Noi presenteremo un'interrogazione parlamentare per sapere se il famose rave party abusivo in provincia di Viterbo è stato accompagnato o tollerato dal Ministero dell'Interno. Se così fosse le dimissioni dovrebbero arrivare dopo un minuto".


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.