Facebook Pixel
Martedì 4 Ottobre 2022, ore 09.30
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

BCE, aumento tassi è test per credibilità. Attenzione a scudo anti-spread

Finanza ·
(Teleborsa) - Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE) attuerà nella riunione del 21 luglio il suo primo rialzo dei tassi da undici anni a questa parte. Nonostante sia più indietro nel ciclo di rialzi dei tassi, Francoforte trova ad affrontare uno scenario simile a quello della Federal Reserve statunitense e della Banca d'Inghilterra, che stanno lottando per contenere i livelli storicamente elevati di inflazione senza innescare una profonda recessione. La banca centrale dell'Eurozona deve però fare i conti con prospettive economiche più cupe, a causa della possibilità di interruzione delle forniture di gas dalla Russia.

La BCE ha più volte affermato che nella riunione di luglio avrebbe alzato i tassi di 25 punti base, ma negli ultimi giorni sono aumentate le speculazioni su possibili aumenti più marcati sul costo del danaro. Se da un lato l'impennata dell'inflazione potrebbe giustificare un aumento dei tassi di 50 punti base, dall'altro una modifica così netta della guidance rappresenterebbe un elemento negativa per la credibilità e la prevedibilità perseguite da Francoforte. Il consensus è rimasto su un rialzo di 25 punti base, con un aumento di 50 punti base ora visto molto più probabile tra tre mesi.

"Visti i diversi fattori dello scenario economico tra cui l'inflazione record dell'8,6% a giugno (anno su anno) nell’Eurozona, si è chiaramente orientati verso un rialzo di 50 punti percentuali a settembre", spiega Martin Wolburg, senior economist di Generali Investments. "La Presidente Lagarde dovrebbe chiarire che il ciclo di rialzi è appena iniziato, ma che la tempistica e l'estensione dei futuri rialzi dei tassi dipendono dalla combinazione crescita-inflazione prevista. I mercati ascolteranno quindi con attenzione i commenti sui rischi di recessione", aggiunge.



Le prospettive di economia e crescita sono condizionate dal conflitto in Ucraina e, in particolare, dalle sanzioni imposte contro le forniture di beni e materie prime dalla Russia, che hanno contraccolpi particolarmente dannosi specialmente se su petrolio e gas. Non è chiaro se la Russia abbia deciso di interrompere le forniture, ma intanto la Commissione UE ha svelato il piano che preparava da tempo: ridurre i consumi di gas del 15%, inizialmente su base volontaria, poi imponendo in modo vincolante le riduzioni nel casi di uno "stato di emergenza" UE.

"Per il futuro, nonostante l'inflazione elevata, ci aspettiamo che la BCE rimanga cauta, poiché è probabile che la crescita economica rallenti bruscamente nella seconda metà dell'anno - commenta Gero Jung, Chief Economist di Mirabaud AM - Ciò è dovuto al fatto che il reddito disponibile delle famiglie è in sofferenza, la fiducia dei consumatori è bassa e le imprese devono far fronte all'aumento dei costi di produzione, oltre che a un'elevata incertezza per quanto riguarda il futuro l'approvvigionamento energetico. Tutti questi motivi lasciano pensare che nel corso dell'anno l'economia dell’Eurozona rischi di scivolare verso la contrazione economica".

Con il rischio politico di nuovo in aumento in Italia, ci sarà una forte attenzione per lo strumento anti-frammentazione della BCE, su cui però è probabile che non vengano ancora svelati tutti i particolari. "Ciò che riveste maggiore importanza per i movimenti di mercato sono i dettagli relativi al nuovo strumento anti-frammentazione, ora denominato TPM (Transmission Protection Mechanism) - afferma Peter Goves, Fixed-Income Research Analyst di MFS Investment Management - È plausibile che uno strumento completo non sia ancora operativo, ma è molto probabile che la Lagarde fornisca alcuni dettagli sul meccanismo e la sua applicabilità. Naturalmente, gli sviluppi politici idiosincratici dell'Italia non sono arrivati al momento giusto e potrebbero mantenere ampi gli spread nonostante questa nuova iniziativa della BCE".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.