Facebook Pixel
Giovedì 2 Febbraio 2023, ore 03.22
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Terna migliora guidance 2022. Investimenti sopra 1 miliardo nei nove mesi

Energia, Finanza ·
(Teleborsa) - Terna, gestore delle reti per la trasmissione dell'energia elettrica quotato su Euronext Milan, ha chiuso i primi nove mesi del 2022 con ricavi pari a 1.992,4 milioni di euro, in aumento di 102,5 milioni di euro (+5,4%) rispetto al corrispondente periodo del 2021. L'aumento è dovuto prevalentemente alla crescita delle Attività Regolate, ascrivibile principalmente ai maggiori meccanismi incentivanti output-based al netto della riduzione del WACC riconosciuto per il 2022, unita al contributo delle Attività Non Regolate che riflettono in particolare l'apporto derivante dalle attività del Gruppo LT in ambito smart grids.

L'EBITDA si attesta a 1.412,2 milioni di euro, in crescita di 47,2 milioni di euro (+3,5%). L'utile netto si attesta a 586,9 milioni di euro, in crescita di 6,5 milioni di euro rispetto ai 580,4 milioni dei primi nove mesi del 2021 (+1,1%).

"In linea con la sua missione, nel corso degli ultimi mesi Terna, per aumentare sempre più l'efficienza e l'affidabilità del nostro sistema elettrico, ha impresso un ulteriore impulso agli investimenti che, per la prima volta nella storia del gruppo, hanno superato il miliardo di euro nei primi nove mesi - ha dichiarato Stefano Donnarumma, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna - La rete è e sempre più sarà il fattore abilitante della diffusione delle fonti rinnovabili, chiamate a dare un contributo fondamentale alla sicurezza energetica del nostro paese".

Gli investimenti complessivi sono stati pari a 1.033,1 milioni di euro, in crescita del 12% rispetto ai 922,7 milioni del corrispondente periodo del 2021.



L'indebitamento finanziario netto si attesta a 8.651,4 milioni di euro, rispetto ai 10.002,5 milioni di euro al 31 dicembre 2021. L'incremento del patrimonio netto e il contestuale decremento dell'indebitamento finanziario netto sono principalmente determinati dall'emissione ibrida green per un importo di 1 miliardo di euro, effettuata a febbraio, contabilizzata come strumento di equity, nonché da un miglioramento del circolante nel periodo.

Grazie alle iniziative a beneficio del sistema volte a incrementarne ulteriormente l'efficienza, Terna ha migliorato la guidance per il 2022: previsto un EBITDA pari a 2 miliardi di euro e un EPS pari a 0,42 euro.

Nell'ultima parte dell'anno "proseguiranno le valutazioni strategiche su ulteriori opportunità, con particolare riferimento al mercato USA, che potranno essere sviluppate anche in partnership e che saranno selezionate attraverso processi di valutazione che garantiscano un basso profilo di rischio e un limitato assorbimento di capitale".

Il CdA ha deliberato la distribuzione di un acconto sul dividendo ordinario dell'esercizio 2022 pari a 10,61 centesimi di euro per azione, in crescita dell’8% rispetto all'esercizio precedente, in linea con la Dividend Policy presentata nell'aggiornamento del Piano Industriale 2021-2025. Verrà posto in pagamento a decorrere dal 23 novembre 2022 (record date), previo stacco in data 21 novembre 2022 della cedola n. 37.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.