Facebook Pixel
Martedì 29 Novembre 2022, ore 07.49
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Mervyn King (ex Governatore BoE): ancora "Purgatorio" ma futuro migliore ci attende

Economia ·
(Teleborsa) - "Prima di tornare a una crescita sostenuta con prezzi stabili e finanze solide, dovremo trascorrere un po' di tempo in purgatorio. Ma un futuro migliore ci attende". Lo ha detto l'ex governatore della Bank of England Mervyn King nella sua lectio magistralis, ricevendo il Premio Bancor 2022 istituito quest'anno dall'Associazione Guido Carli, con il patrocinio di Banca Ifis.




"Non dobbiamo avere paura di un periodo di tassi di interesse più alto, non dobbiamo farvi resistenza",
ha detto King che ha parlato di un Grande Repricing, una revisione dei prezzi di tutti gli asset, finanziari e reali a seguito della correzione dei tassi di interesse. L'ex numero uno dell'istituto centrale britannico ha infatti rilevato come "l'idea diffusa che i bassi tassi d'interesse sono
destinati a rimanere deve essere abbandonata a favore di una vecchia verità. Se troppa moneta va a caccia di pochi beni, l'inflazione che ne deriva non può essere frenata solo dalle parole della banca centrale. Oltre un decennio di tassi d'interesse vicini o inferiori allo zero non ha portato all'uscita dalla trappola della bassa crescita".
"Ci sono momenti, e questo è uno di quelli, in cui l'aumento dei tassi d'interesse è una notizia positiva e non negativa. Il Grande Repricing può essere l'inizio di un ritorno a una migliore allocazione delle risorse e a una crescita più rapida".

"Credo che sia possibile" uscire dalla trappola creata da bassa crescita e alta inflazione "a patto che si abbandonino alcune delle idee sbagliate che hanno influenzato la politica economica degli ultimi anni" fra cui quella che "l'inflazione sarebbe rimasta bassa perché determinata da un obiettivo ufficiale. I tassi d'interesse eccezionalmente bassi, sia nominali che reali, erano considerati una nuova normalità. Ma dobbiamo uscire da questa mentalità", ha spiegato.

"La correzione a lungo attesa dei tassi d'interesse mai così bassi è ora in corso e porterà a una revisione dei prezzi di tutti gli asset, finanziari e reali", ha detto parlando, appunto, di un "Grande Repricing" che "anche se comporterà un percorso accidentato per l'economia mondiale nei prossimi anni" offrirà "l'opportunità di tornare a tassi di crescita della produttività vicini a quelli del ventesimo secolo".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.