Facebook Pixel
Martedì 5 Dicembre 2023, ore 10.23
Azioni Milano
09 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Bankitalia, a luglio debito pubblico sale a 2858,6 miliardi

Entrate tributarie +12,6% a 66 mld, nei 7 mesi +7,5% a 297,4 miliardi

Economia ·
(Teleborsa) - A luglio il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di 10,4 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.858,6 miliardi. Lo rende noto la Banca d'Italia. L'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (26,6 miliardi, a 68,4) e l'effetto degli scarti e dei premi all'emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e della variazione dei tassi di cambio (0,5 miliardi) hanno più che compensato l'avanzo di cassa delle Amministrazioni pubbliche (16,7 miliardi).


Il debito delle Amministrazioni centrali è aumentato di 11,3 miliardi, mentre quello delle Amministrazioni locali è diminuito di 0,9 miliardi. Il debito degli Enti di previdenza è rimasto invece sostanzialmente stabile.

La vita media residua del debito è rimasta stabile a 7,7 anni. La quota del debito detenuta dalla Banca d'Italia è diminuita al 25,2 per cento (dal 25,4 per cento del mese precedente), mentre a giugno (ultimo mese per cui questo dato è disponibile) quelle detenute dai non residenti e dagli altri residenti (principalmente famiglie e imprese non finanziarie) sono leggermente aumentate, collocandosi rispettivamente al 26,9 e all'11,8 per cento.

A luglio le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 66 miliardi, in aumento del 12,6 per cento (7,4 miliardi) rispetto al corrispondente mese del 2022. Nei primi sette mesi del 2023 le entrate tributarie sono state pari a 297,4 miliardi, in aumento del 7,5 per cento (20,6 miliardi) rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.