Facebook Pixel
Milano 17:35
34.467,67 +0,02%
Nasdaq 18:08
18.833,14 +0,68%
Dow Jones 18:08
39.396,65 -0,69%
Londra 17:35
8.339,23 -0,37%
Francoforte 17:35
18.691,32 +0,06%

WeWork dichiara fallimento in USA e Canada, accordo con i creditori

Finanza
WeWork dichiara fallimento in USA e Canada, accordo con i creditori
(Teleborsa) - WeWork, società che fornisce spazi di lavoro condivisi per startup, imprese e freelance, ha annunciato di aver dichiarato fallimento nel tentativo di negoziare la riduzione del proprio debito.

Il gigante degli uffici condivisi, partecipato al 60% dal colosso giapponese Softbank, ha presentato richiesta di protezione dai creditori negli Stati Uniti, sulla base di quanto previsto dal Chapter 11.

La società ha affermato che la misura avrà un impatto sulle operazioni negli Stati Uniti e in Canada, ma "si prevede che quelle globali continueranno come al solito".
Circa il 92% dei creditori, secondo quanto riferito da WeWork, ha accettato di convertire il debito garantito in equity, eliminando così circa 3 miliardi di dollari di debiti.

Da inizio anno, il titolo della società, quotata a New York, ha perso oltre il 98% del proprio valore.

Lo scorso agosto, WeWork annunciava dubbi sostanziali sulla capacità di continuare ad operare. "A seguito delle perdite e delle esigenze di cassa previste, combinate con l'aumento del tasso di abbandono dei membri e l'attuale livelli di liquidità, sussistono sostanziali dubbi sulla capacità della società di continuare ad operare come un'entità in funzionamento - scriveva WeWork - La capacità della società di continuare ad operare come un'entità in funzionamento è subordinata alla corretta esecuzione del piano del management per migliorare la liquidità e la redditività nei prossimi 12 mesi".


Condividi
```