Facebook Pixel
Milano 17-apr
0 0,00%
Nasdaq 17-apr
17.493,62 -1,24%
Dow Jones 17-apr
37.753,31 -0,12%
Londra 17-apr
7.847,99 +0,35%
Francoforte 17-apr
17.770,02 +0,02%

Italia, BofA vede decelerazione della crescita nel primo semestre 2024

Finanza
Italia, BofA vede decelerazione della crescita nel primo semestre 2024
(Teleborsa) - Nel secondo semestre del 2023 c'è stata una sovraperformance dei paesi periferici rispetto ai paesi core dell'Eurozona. Mentre i dati economici tedeschi ultimamente hanno sorpreso al ribasso, per quelli italiani vale il contrario: la crescita del PIL ha chiuso il 2023 in territorio positivo, il mercato del lavoro sta mostrando resilienza e il sentiment è migliorato ultimamente. Lo fa notare Bank of America in una ricerca sull'economia italiana, in cui migliora le previsioni sul PIL italiano allo 0,5% per il 2024 (+14 punti base) e conferma il +1,1% per il 2025.

Tuttavia, gli analisti mantengono l'idea che la crescita dovrebbe rallentare nel primo semestre del 2024, prima di riaccelerare verso il trend nel 2025. Ciò dovrebbe riflettere la graduale eliminazione del Superbonus, l'effetto ritardato della trasmissione della politica della BCE, la scarsa trazione della domanda esterna (una Germania debole non non aiuta) e una parziale ripresa del reddito reale (l'inflazione italiana dovrebbe nuovamente aumentare nel primo semestre a causa degli effetti base energetici).

Guardando al di là dei miglioramenti principali, la spinta del PNRR è venuta meno nel 2023 a causa dei ritardi nell'attuazione. Inoltre, l'incertezza geopolitica potrebbe incoraggiare tassi di risparmio più elevati. I rischi aziendali derivanti dal rimborso dei prestiti garantiti dallo Stato contro il Covid emergono anche in un contesto di mercato del credito più ristretto. Nel mercato del lavoro, il rallentamento deve ancora essere affrontato e il calo post-COVID della popolazione in età lavorativa pone problemi di sostenibilità a medio termine.
Condividi
```