Facebook Pixel
Milano 21-mag
0 0,00%
Nasdaq 21-mag
18.713,8 +0,21%
Dow Jones 21-mag
39.872,99 +0,17%
Londra 21-mag
8.416,45 -0,09%
Francoforte 21-mag
18.726,76 -0,22%

Opere d'arte, nel 2023 recuperati beni per 264 milioni euro

Cultura, Economia
Opere d'arte, nel 2023 recuperati beni per 264 milioni euro
(Teleborsa) - Nel 2023 sono state recuperate 105.474 opere d’arte, restituite ai loro legittimi proprietari pubblici e privati, per un valore complessivo stimato di oltre 264 milioni di euro. Questo è il dato complessivo del documento "Attività Operativa 2023” dei Carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturali, posti a diretta collaborazione del Ministero della Cultura e distribuiti sul territorio nazionale con Sezioni specializzate per materia ed un Ufficio Comando che gestisce la Banca dati di opere da ricercare più antica ed estesa al mondo (oltre 1.300.000 files),

L'attività operativa dell’Unità Specializzata dell’Arma, istituita nel 1969, evidenzia una graduale diminuzione dei reati contro il patrimonio culturale. In particolare, a distanza di poco più di un anno dall’entrata in vigore della Legge n. 22 del 22 marzo 2022, che reca novità nella materia penale, si registrano i primi segnali positivi, in particolare una lieve riduzione dei furti (da 333 a 267) e degli oggetti trafugati (da 4.144 a 3.483) ed un incremento dei beni recuperati (da 48.522 a 105.474) fra cui: reperti archeologici (da 17.275 a 67.963); librari/archivistici (da 8.653 a 24.445); beni numismatici (da 48 a 286); oggetti di natura grafico/pittorico e musivo (da 328 a 1.102).

Da segnalare anche l'intensificazione dei controlli di aree e siti archeologici (da 1.538 a 1.874) e l'incremento dei risultati dell’attività repressiva: arresti (da 6 a 20); denunce per associazione a delinquere (da 39 a 47);
deferimenti per scavo clandestino (da 66 a 130).

Condividi
```