Facebook Pixel
Milano 17:35
33.308,77 -1,09%
Nasdaq 22:00
19.700,43 -0,26%
Dow Jones 22:04
39.150,33 +0,04%
Londra 17:35
8.237,72 -0,42%
Francoforte 17:35
18.163,52 -0,50%

Comal, Banca Profilo avvia copertura con Buy e TP a 5 euro

Finanza, Consensus
Comal, Banca Profilo avvia copertura con Buy e TP a 5 euro
(Teleborsa) - Banca Profilo ha iniziato la copertura sul titolo Comal, società quotata su Euronext Growth Milan e attiva nel settore dell'impiantistica per la produzione di energia da fonte solare. Il prezzo obiettivo è stato fissato a 5,00 euro per azione, mentre il giudizio sul titolo è "Buy".

Spinto dal fiorente mercato del solare fotovoltaico, il valore della produzione di Comal è aumentato da 28,9 milioni di euro nel 2019 a 136,2 milioni di euro nel 2023, segnando un CAGR 2019-23 del 47%, fanno notare gli analisti. Allo stesso tempo, l'EBITDA ha rispecchiato questa traiettoria di crescita, passando da 2,2 milioni di euro nel 2019 a 10,0 milioni di euro nel 2023, con un CAGR 2019-23 del 46%. Tuttavia, il margine è stato influenzato dalle carenze materiali e dai diffusi aumenti dei prezzi nell'era post-COVID e ha subito un calo negli ultimi anni, scendendo al 7,4% nel 2023. L'impegno della società negli investimenti continui e nella crescita esponenziale ha portato a un carico di debito significativo, come riflesso in un rapporto EBITDA / debito netto di 3,0x nel FY23.

Il broker sottolinea che Comal è focalizzata sull'espansione del business in Italia e sui mercati esteri, investendo in ricerca e sviluppo per migliorare le soluzioni dei clienti, ottimizzando i processi e internalizzando la produzione per capitalizzare i crescenti volumi di business in un contesto di crescente importanza del fotovoltaico nella transizione energetica globale e negli sforzi di sostenibilità.

Le proiezioni di Banca Profilo per il periodo 2023-26, che includono il progetto della fabbrica di moduli fotovoltaici a L'Aquila, prevedono un robusto CAGR del 21% nel valore della produzione, in linea con la crescita prevista della capacità dei sistemi fotovoltaici italiani su larga scala. Prevede un cambiamento nella composizione dei ricavi, con una maggiore enfasi sull'offerta di prodotti rispetto ai ricavi derivanti dalle attività EPC-M. Si prevede che l'EBITDA aumenterà ad un CAGR del 32% fino a raggiungere i 23,2 milioni di euro entro il 2026, accompagnato da un miglioramento del margine del 9,5%. Nonostante le prospettive di crescita positive, prevede che l'indebitamento netto continuerà a crescere durante tutto il periodo, raggiungendo i 51,7 milioni di euro entro la fine del 2026 prima di intraprendere una traiettoria discendente supportata dai flussi di cassa positivi che prevedono di iniziare lo stesso anno.

(Foto: Zbynek Burival on Unsplash )
Condividi
```