Facebook Pixel
Milano 17:35
33.609,85 -2,18%
Nasdaq 18:00
19.559,81 +0,49%
Dow Jones 18:00
38.444,01 -0,69%
Londra 17:35
8.163,67 -0,63%
Francoforte 17:35
18.265,68 -1,96%

Clabo, l'utile 2023 sale a 1,2 milioni di euro. Ricavi +7,1%

Finanza
Clabo, l'utile 2023 sale a 1,2 milioni di euro. Ricavi +7,1%
(Teleborsa) - Clabo, società quotata su Euronext Growth Milan e attiva nel settore delle vetrine espositive professionali per gelaterie, pasticcerie, bar, caffetterie e hotel, ha chiuso il 2023 con Ricavi Totali pari a 63,5 milioni di euro, superiori del 7,1% rispetto ai 59,3 milioni dell'esercizio precedente e superiori rispetto alla guidance di 62-63 milioni comunicata a luglio 2023.

Cresce in modo più che proporzionale il Margine Operativo Lordo (EBITDA) che si attesta a 10,1 milioni di euro, +15,6%, con conseguente incremento della redditività in termini di EBITDA margin che passa dal 14,7% del 2022 al 15,9% del 2023 per effetto sia dell'aumento delle vendite che del contenimento dei costi di struttura. Il Risultato netto si attesta a 1,2 milioni di euro, in crescita del 39,8% rispetto agli 0,9 milioni al 31 dicembre 2022.

"Il 2023 è stato il primo anno dal 2019 durante il quale il nostro gruppo ha potuto operare senza dover fronteggiare l'impatto di quegli eventi straordinari e non prevedibili che si sono succeduti dal 2020 in poi - ha commentato l'AD Pierluigi Bocchini - I risultati registrano vendite in crescita del 17,7%, un EBITDA di oltre 10 milioni di euro pari al 15,9% dei ricavi ed una generazione di cassa operativa di 9,2 milioni di euro rispetto ai 4,9 milioni di euro del precedente esercizio".

"Tutte le aziende del gruppo, salvo la Clabo Spa che ha registrato ricavi di poco inferiori rispetto all'anno precedente, hanno incrementato le proprie vendite, siamo ormai una piccola multinazionale con circa l'80% del fatturato distribuito su oltre 80 paesi nel mondo fuori dall'Italia - ha aggiunto - Il mercato USA si conferma come il primo del gruppo per vendite e redditività a testimonianza della correttezza della strategia di internazionalizzazione intrapresa".

La Posizione Finanziaria Netta Adjusted, escluso l'IFRS 16 e i Debiti commerciali e altri debiti non correnti, è pari a 31,3 milioni di euro, in miglioramento rispetto a 34,9 milioni al 31 dicembre 2022.

Nei primi 2 mesi del 2024 prosegue la crescita del gruppo con ordini confermati in crescita del 3,8% YoY e vendite nette pari a 9,9 milioni di euro, +8,0% YoY.
Condividi
```