Facebook Pixel
Milano 17:35
34.380 +0,03%
Nasdaq 18:58
19.856 -2,66%
Dow Jones 18:58
41.182 +0,56%
Londra 17:35
8.187 +0,28%
Francoforte 17:35
18.437 -0,44%

EGM, le matricole si quotano con multipli più bassi. In ripresa scambi e liquidità

Il report di KT&Partners

Finanza
EGM, le matricole si quotano con multipli più bassi. In ripresa scambi e liquidità
(Teleborsa) - Nei primi quattro mesi del 2024 le società quotate su Euronext Growth Milan (EGM) registrano una ripresa degli scambi e della liquidità: confrontando i primi 4 mesi del 2024 con quelli del 2023, il FTSE Italia Growth ha registrato un calo del -21,0% nel controvalore scambiato e del -10,6% nel numero di scambi, influenzato dai delisting e dai translisting di alcune società che hanno lasciato il mercato EGM, in un periodo in cui i mercati italiani hanno registrato un aumento del controvalore scambiato (+13,2% a/a) e dei volumi (+12,4%). Tuttavia, considerando l'effetto dell'uscita delle società dal mercato EGM, si può osservare che, per le società che hanno negoziato su EGM dall'inizio del 2023, il controvalore medio degli scambi è aumentato del 16% a/a e il volume di contrattazione è quasi triplicato, aumentando del 162%. È quanto emerge da un report di KT&Partners sull'EGM.

Inoltre, le società hanno visto aumentare i giorni in cui i loro titoli sono stati scambiati sul mercato: su 84 giorni di negoziazione dei 4M24, in media, le società dell'EGM non hanno registrato scambi per 13 giorni, meno dei 19 giorni di inattività registrati in media nel 4M23.

Nei primi cinque mesi del 2024, 7 società si sono quotate sul mercato EGM, dato inferiore alle 10 IPO registrate nei 5M23. L'aumento di capitale complessivo nei 5M24 è stato di 70,3 milioni di euro, rispetto ai 77,3 milioni di euro del 5M23, con un aumento di capitale mediano di 2,7 milioni di euro (inferiore a 7,7 milioni di euro del 5M23). Esaminando la performance dall'IPO, le nuove quotazioni del 5M23 hanno registrato una performance media positiva del 37,6%, fortemente influenzata dal 200% registrato da ESPE, con quasi tutte le società (6 su 8) con un trend positivo. In termini di multipli, le società di nuova quotazione hanno registrato un multiplo EV/EBITDA in IPO di 5,1x, che rappresenta un passo indietro rispetto al 5,8x registrato dalle società quotate nel 2023, e multipli P/E di 9,2x, 0,9x al di sopra del multiplo registrato dalle società quotate nel 2023. È inoltre interessante notare che nel periodo 2019-23, i multipli mediani EV/EBITDA e P/E hanno mostrato una riduzione media di 1,9x e 5,2x rispettivamente, dall'anno precedente l'IPO all'anno dell'IPO, implicando che le società che si sono quotate in borsa hanno in media migliorato i loro risultati finanziari su base annua.

Nei 5M24 sono avvenuti 3 delisting (a fronte di 7 ingressi sul mercato attraverso IPO): Softec, Renergetica e Digital Magics. Tale dato supera il singolo delisting dei 5M23 (Nice Footwear), ma è inferiore ai 4 delisting dei 5M22. Dall'analisi è emerso che le 3 società hanno lasciato il mercato a seguito di un'operazione di fusione (Digital Magics), dopo la promozione di un'offerta pubblica di acquisto (Renergetica) e su base volontaria (Softec). Analizzando i delisting mediante OPA, Renergetica (acquisita da CVA EOS) ha registrato il più alto upside rispetto al prezzo di IPO (+574,0%) sul mercato EGM.

"Complessivamente, considerata la generale incertezza macroeconomica, lo stato di salute di EGM rimane sostanzialmente stabile: i primi mesi del 2024 registrano 7 nuovi ingressi (vs 10 IPO nei 5M23), anche se con multipli più conservativi rispetto al passato", ha commentato Kevin Tempestini, Founder e CEO di KT&Partners.

"Gli investitori si dimostrano sempre più selettivi negli investimenti, come dimostrato dai multipli mediani EV/EBITDA e P/E più bassi rispetto allo stesso periodo del 2023 - ha aggiunto - Da notare che la riduzione media dei multipli dall'anno precedente l'IPO all'anno dell'IPO nell'ultimo triennio, implica che le società approdate su EGM hanno mediamente migliorato i propri risultati finanziari annuo su anno. Questa evidenza del nostro report, insieme al taglio dei tassi e ai risultati finanziari delle società EGM, in miglioramento, risultano elementi di resistenza da non sottovalutare".
Condividi
```