Facebook Pixel
Venerdì 12 Agosto 2022, ore 14.58
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Pensioni, tutto rimandato alla prossima finanziaria

Economia, Welfare ·
(Teleborsa) - La questione pensioni, in particolare la flessibilità in uscita, sarà affrontata nella prossima legge di Stabilità.



A ribadirlo il Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, secondo il quale sarebbe stato opportuno introdurre la flessibilità "nel momento in cui è stata approvata la Legge Fornero".

Per il Ministro "bisogna trovare un punto di equilibrio tra le condizioni della finanza pubblica, i vincoli che abbiamo e la necessità di fare un'operazione equa e quindi coerente rispetto al fatto che i cittadini hanno versato i loro contributi. E' un'operazione complessa ma la faremo".

In questi giorni sta circolando una proposta del PD che prevede l'uscita anticipata a partire da 62 anni di età con 35 anni di contributi in cambio di tagli ("penalizzazioni") sull'assegno per ogni anno mancante al raggiungimento del 66° anno di età. Quanto alla penalizzazione, si parla del 2% che può arrivare all'8%.

Intanto, a partire dal 1° giugno, è partita la rivoluzione del pagamento delle pensioni.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.