Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Giovedì 23 Novembre 2017, ore 10.30
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Petrolio, l'OPEC alza le stime sulla domanda

Secondo il report di settembre i tagli alla produzione stanno dando i risultati sperati

Economia, Energia ·
(Teleborsa) - L'ultimo rapporto OPEC mostra una produzione di petrolio in diminuzione, nel mese di agosto, facendo pensare che i tagli all'output stanno dando i risultati sperati, con un riequilibrio del mercato in corso.

L'Organizzazione dei Paesi esportatori petroliferi ha rilevato che la produzione dei Paesi del cartello è scesa di 79 mila barili al giorno raggiungendo i 32,76 milioni di barili/giorno dai 32,83 di luglio, trainato principalmente da un calo in Libia, in Gabon, in Venezuela e in Iraq. L'offerta dei Paesi Non OPEC è calata di 32 mila barili al giorno.

Il Cartello allo stesso tempo ha alzato le stime sulla crescita della domanda mondiale di petrolio a 1,42 milioni di barili al giorno da 1,37 milioni previsti ad agosto. La richiesta globale salirà dunque a 96,77 milioni di barili. Per il 2018, è attesa in salita di 1,35 milioni di barili al giorno.

Intanto, sul mercato delle commodities, il future sul Light crude viaggia a 47,97 dollari al barile (-0,17%) mentre il Brent mostra una risalita dello 0,32% a 53,86 usd/bar.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.