Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 25 Settembre 2018, ore 01.47
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

OCSE lancia l'allarme debito: rischi da aumento tassi

L'indebitamento dei Paesi membri è passato dai 25 mila miliardi del 2008 a oltre 45 mila miliardi

Economia ·
(Teleborsa) - Le Nazioni sviluppate stanno affrontando una crescente ondata di debito pubblico che pone una "sfida significativa" ai bilanci man mano che i tassi di interesse aumentano in tutto il mondo".

A lanciare l'allarme è l'OCSE secondo cui il debito nei paesi dell'organizzazione, sale, quest'anno a 45.000 miliardi di dollari dai 25.000 del 2008, e con l'atteso rialzo del costo del denaro i costi per rifinanziarlo aumenteranno, pesando sui bilanci e con pericoli per la ripresa economica.

L'economia globale - spiega l'ente parigino - è alle prese con una crescita sincronizzata per la prima volta in decenni e le banche centrali hanno iniziato a ritirare gradualmente le misure di stimolo messe in campo durante la crisi. Con le banche centrali che riducono i loro portafoglio titoli e i tassi di interesse che iniziano a salire, i rendimenti dei bond sono iniziati ad aumentare. Una crescita sostenuta dei rendimenti, si traduce in maggiori costi per i governi per rifinanziare il debito esistente e l'emissione di nuovi bond.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.