Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 19 Giugno 2019, ore 05.29
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Carige, Giorgetti e Commissari hanno vedute diverse sulla nazionalizzazione

Per il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio "è possibilità concreta" mdentre commissario Modiano nega ipotesi che definisce "residuale" ed "estrema"

Finanza, Politica ·
(Teleborsa) - Per Banca Carige l'ipotesi di nazionalizzazione "è una possibilità concreta". A dirlo è il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, intervenendo sul salvataggio della banca ligure. Poi, il sottosegretario ha aggiunto che gli effetti del decreto approvato dal CdM "li vedremo fra 4 o 5 settimane", in quanto l'esigenza di una ricapitalizzazione passa anche attraverso le valutazioni fatte da BCE e Commissione europea.

Le dichiarazioni di Giorgetti in qualche modo rettificano quanto è stato affermato sino ad oggi dai Commissari straordinari, che hanno definito la ricapitalizzazione una ipotesi "residuale" ed "estrema". Lo ha ribadito oggi a Genova il Commissario ed ex Presidente della banca ligure, Pietro Modiano, aggiungendo che la ricapitalizzazione preventiva "non è sul tavolo, non è necessaria". Il banchiere ha parlato anche dell'ipotesi di aggregazione, affermando "diventeremo la banca esemplare del territorio a prescindere dalle prospettive di aggregazione".

Sull'ipotesi nazionalizzazione ha espresso parere contrario anche il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti, dicendosi convinti che economia e Stato debbono restare "separati" e che "Carige ha risorse e forze per rialzarsi sulle proprie gambe".

Al di là dell'ipotesi di ricapitalizzazione precauzionale si discute anche dell'opportunità del decreto per il salvataggio varato dal CdM, contro il quale le opposizioni hanno sollevato un polverone. Un decreto difeso dal sottosegretario all'Economia Massimo Garavaglia, che sottolinea " il fallimento di Carige sarebbe stato il secondo ponte e non ce lo potevamo permettere".

Il Decreto è stato accolto con favore dal Presidente dell'ABI Antonio Paturelli, il quale sottolinea che "va nella giusta direzione" e rappresenta "una importante iniziativa di prevenzione".

Frattanto, oggi il Ministro dell'Economia Giovanni Tria risponderà a domande sul salvataggio di Carige nel corso di una question time alla Camera.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.