Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 16 Gennaio 2019, ore 22.10
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

TAV: progetto congelato, cresce l'attesa per l'analisi costi-benefici

Il Ministro Danilo Toninelli avrebbe confermato il blocco del progetto TAV "perché è un'opera che costa più di 20 miliardi di euro di cui più di 11 miliardi sulle spalle degli italiani"

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Cresce l’attesa per l’esito dell’istruttoria sull'Alta Velocità Torino-Lione, che nei prossimi giorni dovrebbe arrivare sul tavolo del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti sotto forma di analisi costi-benefici sull’opera, ad oggi congelata.

A tal proposito, il Ministro Danilo Toninelli avrebbe confermato il blocco del progetto TAV "anche perché è un'opera che costa più di 20 miliardi di euro, di cui più di 11 miliardi sulle spalle degli italiani".

Proprio le somme annunciate dal capo del Dicastero dei Trasporti hanno sollevato diverse polemiche, prima di essere giustificate da fonti del MIT.

Stando a quanto riportato dalle fonti interne, infatti, la tratta internazionale costa complessivamente circa 11 miliardi. cioé 9,6 miliardi attualizzati più 1,4 miliardi indagini geognostiche e gallerie esplorative. I contributi UE (su cui per adesso non esiste alcun documento scritto, ma un impegno programmatico) dovrebbero ammontare al 40% sul costo complessivo. Di conseguenza,-la quota italiana del tunnel di base vale circa 3,4 miliardi considerando soltanto i 9,6 miliardi del tunnel in senso stretto.

Inoltre, dal Ministero, fanno sapere che la tratta nazionale della TAV impegna 1,7 miliardi in seguito alla cancellazione della tratta Bussoleno-Avigliana.

Dunque, il conto complessivo ammonta a circa 13 miliardi, di cui oltre 11 ancora da spendere, portando ila previsione di spesa finale ben oltre i 20 miliardi indicati dal Ministro Toninelli, se si considera che la tratta francese ne costava 7,7 oggi attualizzati a 8,5-9 miliardi.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.