Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 17 Giugno 2019, ore 16.34
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

TIM, Vivendi accusa membri CdA Elliott di "perdere tempo". Fondo USA replica

Per Elliott la richiesta di Bollorè "rappresenta il suo ennesimo tentativo di riprendere il controllo di TIM per tornare a gestire la società nel proprio interesse individuale"

Finanza ·
(Teleborsa) - Vivendi non è affatto contenta della decisione del Consiglio di Amministrazione di TIM, tenutosi oggi 14 gennaio 2019, di fissare l'assemblea dei soci il 29 marzo 2019.

Il gruppo francese, che detiene il 23,9% del capitale della compagnia telefonica italiana, accusa i membri del CdA di TIM in quota Elliott di perdere tempo con "tattiche che hanno un impatto negativo sui risultati finanziari". Parla di "un'autentica negazione della democrazia degli azionisti, in contrasto con i più principi di base e fondamentali del buon governo societario". "Se i risultati finanziari e di governance della società non migliorano in modo significativo", Vivendi chiederà la convocazione di una nuova Assemblea degli azionisti quest'estate.

L'assemblea è stata chiesta dal gruppo guidato da Vincent Bollorè per nominare i nuovi revisori e chiedere la revocare dei 5 consiglieri (Fulvio Conti, Alfredo Altavilla, Massimo Ferrari, Dante Roscini e Paola Giannotti de Ponti), supportati dal fondo Elliott (secondo azionista).
Al loro posto Vincent Bollorè vorrebbe nominare "tutti candidati indipendenti e di grande esperienza" come Franco Bernabé, Rob van der Valk, Flavia Mazzarella, Gabriele Galateri e Francesco Vatalaro.

Pronta la replica del fondo Elliott. La richiesta di Vivendi "rappresenta il suo ennesimo tentativo di riprendere il controllo di TIM per tornare a gestire la società nel proprio interesse individuale. Elliott è tuttavia fiduciosa che questo intento abbia scarse possibilità di successo anche laddove Vivendi perseverasse nei suoi tentativi". "Appena 8 mesi fa, la maggioranza degli azionisti di TIM ha bocciato le modalità con cui Vivendi ha gestito TIM e la serie dei suoi intrecci con parti correlate, e ha scelto di affidare la maggioranza del consiglio di amministrazione di TIM ad amministratori indipendenti, credibili ed esperti - prosegue il fondo statunitense - . Tra gli azionisti di TIM non collegati a Vivendi, il voto a favore del cambiamento è stato schiacciante: circa l'80% degli azionisti indipendenti della società ha votato a favore di questo nuovo consiglio".

Elliott rimane aperta a un dialogo costruttivo nel convincimento che questo risponda al miglior interesse di tutti gli stakeholder di TIM, inclusa Vivendi.

Frazionale la risalita del titolo a Piazza Affari: +0,20%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.