Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 24 Aprile 2019, ore 04.11
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Sciopero per il clima, Greta Thunberg: "Noi ragazzi possiamo fare differenza"

L'attivista sedicenne svedese, in queste ore oggetto di critiche, risponde su Facebook e nel frattempo è stata candidata al Nobel per la Pace

Clima, Economia ·
(Teleborsa) - La mobilitazione per il clima andata in scena in queste ore ha un nome, un cognome e un volto: quello di Greta Thunberg, l'attivista 16enne svedese promotrice delle marce dei giovani per il clima. "Oltre 1,4 milioni, 2.083 piazze in 125 Paesi in tutti i continenti". E' questo il bilancio sulla mobilitazione di venerdì, 15 marzo, per il clima reso noto su Twitter dalla stessa sedicenne che ha ispirato la campagna globale Fridays for Future. "E questo non è nemmeno l'inizio perché abbiamo fatto i nostri compiti", ha precisato la giovane.

Dopo la grande marcia per clima che ha portato in piazza oltre un milione di di giovani, anche in Italia, dove hanno aderito piccole, medie e grandi città per un totale 182 piazze, l'attivista svedese che nei giorni scorsi è stata oggetto di attacchi e insulti, chiede di guardare al problema nel suo complesso, e non alle singole questioni. "Non possiamo più concentrarci solo su questioni individuali e separate come le auto elettriche, l'energia nucleare, la carne, l'aviazione, i biocarburanti, ecc. Abbiamo urgente bisogno di una visione olistica per affrontare la piena crisi di sostenibilità e il disastro ecologico in atto.

E in in lungo post su Facebook risponde alle critiche rivolte al movimento di cui è ispiratrice. "L'argomento preferito qui in Svezia (e altrove ...) è che non importa ciò che facciamo perché siamo tutti troppo piccoli per fare la differenza. La manifestazione di venerdì è stata la più grande giornata di azione globale sul clima di sempre, secondo 350.org. È successo perché alcuni studenti di paesi piccoli come la Svezia, il Belgio e la Svizzera hanno deciso di non andare a scuola perché non si faceva nulla per la crisi climatica. Abbiamo dimostrato che importa quello che fai e che nessuno è troppo piccolo per fare la differenza".

CANDIDATA AL NOBEL PER LA PACE - Nel frattempo, la Thunberg è stata proposta per il premio Nobel per la pace da tre parlamentari norvegesi in segno di riconoscimento per il suo impegno contro la crisi climatica e il riscaldamento globale. Lo riporta il settimanale Time. "Abbiamo nominato Greta perche' la minaccia del clima potrebbe essere una delle cause più importanti di guerre e conflitti", ha detto il parlamentare Freddy Andre Ostergaard.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.