Sabato 26 Settembre 2020, ore 10.56
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

UE, arrivata la lettera che striglia l'Italia

La Commissione Europea informa il nostro Paese di "non aver fatto sufficienti progressi per rispettare il criterio del debito nel 2018"

Economia ·
(Teleborsa) - E' arrivata la famosa lettera che l'Italia attendeva dall'Unione Europea. Firmata dal responsabile degli affari economici, Pierre Moscovici, e dal vicepresidente della Commissione, il lettone Valdis Dombrovskis, questa informa il nostro Paese, ed in particolare il Ministro Tria che ne rappresenta l'economia, di non "aver fatto sufficienti progressi per rispettare il criterio del debito nel 2018".
In maniera sintetica e perentoria la Commissione Europea rende così noto di aver avviato formalmente il processo, nei confronti dell'Italia, che potrebbe portare all'apertura di una procedura per la violazione del Patto di Stabilità UE.

Bruxelles esorta a tal merito il governo a fornire chiarimenti sull'esistenza di fattori "significativi", utili alla valutazione complessiva dello scarto in eccesso registrato rispetto al parametro di riferimento nel calcolo del rapporto debito/Pil.

Il primo a pronunciarsi sul monito epistolare è il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetto il quale ha commentato:"Il confronto con le istituzioni dell'Unione europea, in particolare con la Commissione, costituisce un momento di raccordo nel quale l'Italia non si limita a recepire indicazioni provenienti dall'Ue. Al contrario è l'occasione nella quale le priorità dell'agenda politica italiana vengono coordinate con quelle dell'Unione. In questo senso il governo potrà aprire un confronto sulla congruità dei vincoli stabiliti rispetto alla situazione concreta".

In ogni caso per rispondere Palazzo Chigi ha meno di 48 ore visto che la deadline imposta dagli emittenti è stata fissata per venerdì.



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.