Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 24 Agosto 2019, ore 19.32
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Sicilia, brusco stop all'economia della regione

E' quanto rileva Bankitalia in una relazione sull'economia regionale definendo l'indebolimento "normale" e compatibile con il ciclo economico nazionale ed internazionale

Economia ·
(Teleborsa) - Un rallentamento avvenuto nella seconda parte del 2018, nonostante una tendenza ad un’inversione di rotta registrata nel 2017. L’economia siciliana ha subito un brusco stop, allungando il divario di produttività già molto ampio nel confronto con la media nazionale.

La sede di Palermo della Banca d’Italia, ha fotografato questo momento non roseo, presentando il rapporto nel 2018 e rilevando comunque una crescita del valore aggiunto modesta, sostenuta dal settore industriale. Secondo Prometeia, la crescita del valore è dell’1,8% a fronte del 3,4 del 2017. Le imprese minori sono quelle che hanno sofferto maggiormente di questa situazione, mentre quelle grandi, con almeno 50 addetti e con un export maggiore, sono andate migliorando.

Il direttore della sede di Palermo di Bankitalia, Pietro Raffa, ha parlato di questo momento come "un indebolimento normale, vista la situazione del ciclo economico nazionale ed internazionale. La dimensione regionale non poteva non risentirne, e gli indicatori economici negativi sono degli ottimi spunti da cui ripartire".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.