Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 23 Settembre 2019, ore 17.55
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

PIL, Confindustra intravede piccoli miglioramenti

In controtendenza con le analisi effettuate ieri, emergono segnali di miglioramento da parte del Centro Studi di Confindustria

Economia ·
(Teleborsa) - Confindustria commenta i dati sul PIL italiano con un filo di ottimismo, a dispetto della crescita zero archiviata dall'economia italiana. Per il Centro Studi di Confindustria, infatti, si intravedono alcuni segnali di miglioramento.

Ha pesato, secondo i dati, la dinamica negativa del settore industriale: produzione in calo e indice PMI in area di contrazione. Per quanto riguarda l'occupazione, l'andamento è positivo ma può indicare che è in corso la creazione di posti di lavoro di basso valore nei servizi. L'Italia ha iniziato il terzo trimestre con alcuni segnali di miglioramento che si affiancano a diversi dati ancora negativi. Il primo segnale è che nei servizi il PMI è tornato in area di espansione, mentre nell'industria il CsC stima una produzione ancora in discesa a luglio.

A luglio, si è accentuata la discesa del tasso sul BTP decennale e negli altri paesi dell'Eurozona il calo è stato minore perchè i rendimenti erano già scesi molto a Giugno. I rendimenti italiani restano alti: Francia e Belgio registrano tassi negativi, con Irlanda e Germania (-0,36%); la Spagna è poco sopra (0,36%).
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.