Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 23 Settembre 2019, ore 21.54
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Germania, per Bundesbank possibile la recessione nel terzo trimestre

L'economia tedesca potrebbe entrare in recessione con grave danno a tutta l'Unione, complice anche la guerra commerciale USA-Cina

Economia, Finanza ·
(Teleborsa) - L'economia tedesca potrebbe star andando in contro ad una nuova contrazione, risentendo del calo della produzione industriale dovuto alla riduzione degli ordini. Lo afferma la Bundesbank nel suo rapporto mensile. Nel corso del secondo trimestre il Prodotto Interno sembra aver registrato una consistente contrazione a causa dal rallentamento dell'export.

Complice la guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti, la contrazione dell'economia del Paese mitteleuropeo potrebbe porre in serio pericolo l'intera Zona Euro. "Nel complesso, la performance dell'economia potrebbero vedere un ulteriore deterioramento" - scrive Bundesbank - "Il principale motivo di tutto questo è il continuo declino dell’industria", aggiunge, sottolineando un calo significativo degli ordini e una forte flessione degli indicatori del sentiment per le imprese manifatturiere.

Un dato che potrebbe sorreggere una contrazione annunciata, potrebbe essere il settore delle costruzioni. Il Governo tedesco ha finora respinto l'idea di aumentare la spesa pubblica per compensare il rallentamento. Il Ministro delle Finanze Olaf Scholz ha affermato che Berlino ha la forza di contrastare qualsiasi crisi economica futura "in maniera efficace".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.