Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 24 Ottobre 2019, ore 00.55
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Manovra, un miliardo per il piano casa

Si chiamerà "Rinascita urbana" il programma pluriennale per la "riqualificazione e l'incremento dell'edilizia residenziale pubblica e sociale"

Economia ·
(Teleborsa) - Un piano casa da un miliardo pensato come un "programma pluriennale per la riqualificazione e l'incremento dell'edilizia residenziale pubblica e sociale e la rigenerazione urbana".

È una delle novità previste nella legge di bilancio, voluta dalla ministra alle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli: le misure saranno comprese sia nel dl fiscale che in manovra per un totale di un miliardo. I fondi saranno cumulabili con misure come il sisma bonus e l'ecobonus che saranno prorogati, così come la cedolare secca per gli affitti.

A cofinanziare il piano casa ci saranno le Regioni e risorse private, da Cdp e fondi privati: una parte "consistente", spiegano dal governo, andrà a finanziare il "fondo di sostegno alla locazione, per agevolare l'accesso all'affitto per le famiglie in difficoltà. Le risorse - si specifica - arriveranno direttamente alle famiglie attraverso la definizione di graduatorie comunali aggiornate ogni tre mesi".

Altro punto centrale sarà la riqualificazione urbana con interventi pensati per "far rinascere interi quartieri nelle città medie e grandi" attraverso un mix di interventi.

Il piano prevede lo "sviluppo di dotazioni urbane e di servizi connessi all'abitare come il primo soccorso, il medio e piccolo commercio, gli spazi collettivi e relazionali; la riconversione di immobili e spazi oggi inutilizzati pubblici e privati; la manutenzione straordinaria; il miglioramento sismico, sostenibilità energetica e innovazione tecnologica con la trasformazione di edifici da tradizionali a intelligenti, fibra ottica e incremento della domotica; il co-house, gli spazi di socializzazione all'interno dei condomini, residenze temporanee destinate a studenti"

Ai fondi del piano casa si accederà attraverso un bando pubblico del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la valutazione dei progetti da parte di una commissione composta da esperti dalla elevata professionalità. Il finanziamento massimo che potrà essere richiesto al ministero è di 20 milioni di euro per ciascun progetto.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.