Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Venerdì 17 Gennaio 2020, ore 13.50
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piaggio aerospace: da Mise ok al piano di rilancio

Via libera all'individualizzazione di un nuovo proprietario, Nicastro: "Ora possiamo avviare l’iter per il bando internazionale"

Economia, Industria ·
(Teleborsa) - Via libera alla fase di rilancio di Piaggio Aerospace, compresa l'individuazione di un nuovo proprietario. Il Mise ha infatti dato l'ok al Programma per il rilancio dell'azienda, dando formale autorizzazione alla sua esecuzione.

L'annuncio è arrivato dal Commissario Straordinario di Piaggio Aerospace, Vincenzo Nicastro. "L'obiettivo è di trovare un nuovo proprietario che sia interessato a rilevare l'azienda nella sua interezza e di poter concludere l'intero processo entro l'autunno del prossimo anno", ha commentato Nicastro.

"Possiamo ora avviare l'iter per il bando internazionale volto alla ricerca di un compratore e accelerare il percorso di vendita dei complessi aziendali", ha aggiunto il commissario straordinario, chiamato a gestire la società in Amministrazione Straordinaria dal dicembre 2018, procedura cui è stata successivamente attratta anche la controllata Piaggio Aviation.

Oggi Piaggio Aerospace si presenta ai potenziali compratori con un significativo portafoglio ordini di 832 milioni di euro, grazie a contratti provenienti soprattutto dal mondo istituzionale italiano.

Il rilancio della società, iniziato fin dai primi momenti di Amministrazione Straordinaria, ha avuto positive ricadute anche sul fronte occupazionale, con un graduale e progressivo riassorbimento dei dipendenti in Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria da settembre. Con la firma dei contratti istituzionali il riassorbimento sarà completo e riguarderà l'intera forza lavoro.



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.