Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 10 Dicembre 2019, ore 08.14
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Alitalia: si va verso il nuovo prestito ponte

Verranno assegnati 400 milioni a titolo oneroso per i prossimi sei mesi

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Il Governo si appresta a varare il nuovo prestito ponte a favore di Alitalia del valore di 400 milioni di euro. La ciambella di salvataggio, già introdotta nel decreto fiscale, viene lanciato per garantire la continuità della compagnia aerea dopo il fallimento del processo di creazione della cordata che avrebbe dovuto dare vita alla Newco.

Si tratta di un prestito a titolo oneroso della durata di sei mesi, formula che serve a evitare l’innesco di una procedura della Ue per aiuti di Stato. Con i 900 milioni irrotati nel 2017, il debito di Alitalia nei confronti dello Stato sale a 1,3 miliardi con l’aggiunta degli interessi. Quegli stessi che avrebbero assegnato al Mef la quota del 15 per cento della Newco qualora Fs e Atlantia avessero trovato l’accordo e individuato il partner industriale, con Delta Air Lines disponibile all’equity e Lufthansa, come ribadito la scorsa settimana, solo a un accordo commerciale e operativo.

Gli orizzonti, dopo l'abbandono di Atlantia, non appaiono nitidi e lo stesso sciopero annunciato dai sindacati per il prossimo 13 dicembre invoca chiarimenti sulle strategie che Governo e Commissari intendono perseguire.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.