Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 14 Dicembre 2019, ore 21.57
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Arriva Rc auto familiare: si paga premio con classe migliore. Anche per moto

Stop alle sanzioni per i negozianti senz Pos, scadenza 730 slitta al 30 settembre: tutte le novità del Dl Fisco

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Dal Decreto fiscale esce una piccola, grande rivoluzione per l’Rc auto. “Siamo riusciti ad ottenere un’importante novità sulle assicurazioni. Grazie ad un emendamento a prima firma Andrea Caso, si potrà beneficiare della fascia assicurativa più bassa fra tutti i veicoli di proprietà del nucleo familiare. Nel caso si possieda un motorino in 14esima fascia e un’auto in prima, a partire dal prossimo rinnovo dell’assicurazione anche per il motorino si passerà in prima fascia, con un risparmio sul premio. Per le famiglie italiane è una boccata d’ossigeno”: così i deputati del Movimento Cinque Stelle hanno annunciato la novità introdotta con l’emendamento al decreto fiscale che ha ottenuto il via libera dalla commissione Finanze della Camera.

Le nuove norme, che ampliano di fatto la legge Bersani in materia di classi di merito e Rc auto, consentono a tutti i componenti del nucleo familiare di assicurare i mezzi di trasporto “anche di diversa tipologia” (quindi non più solo auto con auto ma anche auto con motorino o moto) con la classe di merito più favorevole, a patto però che non ci siano stati incidenti “con responsabilità esclusiva o principale o paritaria negli ultimi 5 anni”. L'emendamento avrà un notevole impatto sull’economia delle famiglie, ha sottolineato Caso che ha aggiunto: “Si tratta di una enorme evoluzione che non sarà applicabile solo alle nuove polizze, ma anche a quelle in fase di rinnovo.

Ma non è la sola novità uscita dalle maglie del Dl Fiscale. Il giro di vite anti evasione – con l’inasprimento delle pene detentive per chi froda il fisco – ha creato non poche fratture nella maggioranza. Via libera della commissione Finanze della Camera alle norme sul carcere agli evasori: resta l’innalzamento complessivo delle pene ma sarà meno consistente per i reati minori. Italia Viva però ha votato no.

No multe a negozianti senza Pos – “Abbiamo approvato l’abrogazione delle sanzioni per i commercianti che non hanno il Pos per i pagamenti con carta di credito/debito”, ha annunciato il sottosegretario Mef, Alessio Villarosa.

Iva per assorbenti bio scende al 5%- Per gli assorbenti compostabili o lavabili l'Iva passa dal 22% al 5% con il Governo che si impegna a "intervenire totalmente" sulla questione.

Slitta scadenza 730 – Approvato un emendamento che riscrive il calendario fiscale, con la scadenza del 730 che passa dal 23 luglio al 30 settembre. Aumenta anche la platea dei contribuenti che possono usare il 730: oltre ai dipendenti e ai pensionati, possono presentarlo anche i titolari di redditi assimilati a quello di lavoro dipendente e i titolari di redditi di lavoro autonomo occasionale.

Rinviate al 6 marzo le multe per chi non si adegua alle nuove norme sui seggiolini auto per i bambini. Salgono da uno a 5 milioni gli stanziamenti previsti nel 2020 per le agevolazioni sotto forma di credito di imposta.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.