Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 27 Maggio 2020, ore 04.20
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Andrea Illy, ora più che mai serve Piano strategico

Lettera al Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia

Economia ·
(Teleborsa) - Mai come in questo momento c'è bisogno di coesione e di interventi di ampia e lunga visione. Un "Piano strategico per l'Italia" da elaborare attraverso "una partnership pubblico-privata tra Confindustria e Governo, che incarichi un team di 5/7 economisti e coordini una coalizione comprendente World Economic Forum, Banca d'Italia, Confcommercio, ABI, ANCI, Conferenza Stato- Regioni e tutti gli altri corpi intermedi". A lanciare l'idea Andrea Illy in una lettera al Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e, su sua indicazione, al Comitato designazione della nuova presidenza confederale nel momento difficile che sta attraverso il Paese.

"La drammaticità della situazione determinata dal diffondersi dell’epidemia denominata Covid-19 e dalla messa in quarantena dell’intero Paese, e la gravità delle conseguenze economiche, sul piano interno come su quello internazionale, rendono ancora più urgente e determinante l’adozione di un “Piano strategico per l’Italia”, che indichi le scelte di medio-lungo periodo e faccia da cornice per quelle di breve, compresi gli interventi urgenti per fronteggiare la situazione che si è venuta e sta venendo a determinarsi, scrive Illy.

Un messaggio, quello lanciato dall'industriale triestino, con l'obiettivo di mettere a disposizione del prossimo presidente un "contributo di idee", indipendentemente dall'esito delle consultazioni, per "affrontare una contingenza straordinaria ma anche finalmente attaccare le ragioni strutturali del declino italiano".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.