Martedì 7 Luglio 2020, ore 13.18
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Recovery Fund, Sassoli: appello ai Paesi "frugali"

"Chiedo a tutti di essere all'altezza di questo momento storico", dice il Presidente del Parlamento UE

Economia ·
(Teleborsa) - "Non è il tempo della rigidità ma della ricostruzione, altrimenti saremo costretti ad un'Europa a diverse velocità". Il Presidente del Parlamento UE David Sassoli traccia la via mentre si prova a trovare la quadra sulle misure da mettere in campo per uscire dalla crisi che si è abbattuta su molti dei Paesi membri.

Nelle scorse ore, Merkel e Macron, hanno infatti alzato il velo sul maxi piano da cinquecento miliardi per rilanciare l’economia del Vecchio Continente. Poco dopo, pero, è arrivata la controproposta dei Paesi che si sono autodefiniti "frugali" (Austria, Danimarca, Olanda e Svezia): un fondo di emergenza "temporaneo, una tantum e limitato a due anni, per sostenere "la ripresa economica e la resilienza dei settori sanitari" con un approccio basato su "prestiti a condizioni favorevoli" senza "alcuna mutualizzazione del debito" e in cambio di "un forte impegno per le riforme" nazionali da parte dei beneficiari.

La Commissione, nel frattempo, ha fatto sapere che "prende nota" e "farà le sue proposte mercoledì" tenendo conto di tutti i pareri giunti "e lì - ha concluso - vedrete quello che avremo recepito".

In questo clima, l'appello per richiamare alla comune responsabilità. "Non esistono Paesi frugali ed altri spendaccioni ma Paesi consapevoli delle sfide e Paesi inconsapevoli. Per questo chiedo a tutti di essere all'altezza di questo momento storico", dice Sassoli secondo il quale "tutti si avvantaggiano dei benefici del Mercato europeo e anche i Paesi che hanno sollevato obiezioni ne sono tra i principali destinatari. Mi auguro che tutti siano consapevoli".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.