Facebook Pixel
Sabato 31 Luglio 2021, ore 12.01
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Vaccini, Draghi: eterologa efficace e raccomandata, ma libertà di scelta

Con parere medico. Nodi mascherine all'aperto e stato di emergenza: cosa ha detto il Premier

Economia, Politica, Salute e benessere ·
(Teleborsa) - "Se una persona ha meno di 60 anni e gli viene proposto, come è stato stabilito, di fare l'eterologa ma non vuole per qualche motivo, questa persona è libera di fare la seconda dose di Astrazeneca purchè abbia un parere del medico e il consenso informato bene. La cosa peggiore in quei casi è non fare la seconda dose. Quindi è consigliata l'eterologa per queste persone, ma se non vogliono per un motivo o per un altro, possono farsi la seconda dose di Astrazeneca". Lo ha detto il Premier Mario Draghi ("l'eterologa funziona, io sono prenotato martedì") nel corso della conferenza stampa convocata "last minute" con il Commissario all'emergenza coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo e il ministro della Salute, Roberto Speranza per importanti aggiornamenti sulla campagna vaccinale anti-Covid.





''La raccomandazione principale è per la vaccinazione eterologa, ma se c'è un individuo sotto i 60 che vuole fare AstraZeneca c'è la possibilità di valutare anche questa possibilità. Noi siamo in grado di avere la massima flessibilità per le scelte personali'', messaggio ribadito anche dal Commissario Francesco Figliuolo a margine dell'incontro stampa.


E dal Ministro Speranza. "Oggi si è riunito il Comitato tecnico scientifico a cui avevo posto un quesito di chiarimento sulla vaccinazione eterologa. La risposta del Cts è che c'è una raccomandazione, un'indicazione molto forte, per l'utilizzo dell'eterologa per le persone sotto i 60 anni che hanno usato il vaccino di AstraZeneca in prima dose, ma resta aperta la possibilità per chi lo richiede, sulla base di un consenso medico, di poter anche utilizzare il seconda dose sotto i 60 anni il vaccino AstraZeneca". Lo ha precisato il ministro della Salute.


"Ribadiamo con ogni energia - ha aggiunto il ministro - che la priorità è di natura generazionale: dobbiamo assolutamente completare la vaccinazione delle categorie più fragili, che sono quelle che, incontrando il virus, rischiano di pagare il prezzo più alto".

"Nonostante tutta questa confusione è straordinario come la popolazione non mostri intenzione di diminuire la vaccinazione, di non vaccinarsi. E' straordinario, rispetto ad altri Paesi, è uno dei comportamenti più ammirevoli che ci stanno davanti. Noi dobbiamo essere pronti a chiarire ogni confusione però effettivamente il comportamento delle persone è costante e straordinario e voglio ringraziare tutti gli italiani per questo", ha detto anche il Presidente del Consiglio anticipando che domani inoltrerà la richiesta al Cts "perchè ci dica se possiamo togliere la mascherina" all'aperto "o no". Per il momento, ha detto, "non ci sono date". "Sullo stato di emergenza decideremo quando saremo vicini alla scadenza" (il 31 luglio).
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.