Facebook Pixel
Sabato 29 Gennaio 2022, ore 02.57
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Eurogruppo, Gentiloni: crescita Area Euro positiva e incoraggiante

Patto di Stabilità: oggi il via alla discussione, entro la prima metà del 2022 la proposta della Commissione Ue.

Economia ·
(Teleborsa) - Il Commissario Ue per gli Affari economici, Paolo Gentiloni, in vista delle previsioni economiche di autunno della Commissione – in programma per giovedì 11 novembre – ha definito il livello di crescita europeo "positivo e incoraggiante". "Poi faremo considerazioni sui problemi di logistica e sulle catene di approvvigionamento, ma non penso che dobbiamo fraintendere i rischi al ribasso come se stessero cancellando lo scenario di base, che resta positivo e con prospettive positive", ha dichiarato arrivando all'Eurogruppo.



Nell'Area euro – ha spiegato Gentiloni – "sappiamo che abbiamo una ripresa forte, ma guardiamo molto da vicino due questioni. La prima è la pandemia, non siamo ancora fuori, la seconda è l'inflazione". Resta da capire quanto risulteranno persistenti i rincari dell'energia – "ci torneremo con più dettagli nei prossimi giorni, con le nostre previsioni economiche di autunno" – "poi faremo considerazioni sui problemi di logistica e sulle catene di approvvigionamento, ma non penso che dobbiamo fraintendere i rischi al ribasso come se stessero cancellando lo scenario di base, che resta positivo e con prospettive positive". "I prezzi dell'energia hanno un impatto rilevante sull'attuale aumento dell'inflazione" ma "il fenomeno sarà probabilmente temporaneo: forse già nel primo semestre del prossimo anno", ha affermato il Commissario.

Quanto alla revisione del Patto di Stabilità e di Crescita la sfida è "come si può gestire l'elevato livello di debito e una crescita sostenibile. Farlo in modo appropriato e costruire consenso sarà il nostro compito, ma sono piuttosto fiducioso che troveremo un modo per rendere le regole adattate ed efficienti", ha dichiarato Gentiloni. "Sappiamo che i problemi da affrontare sono chiari. C'è la necessità di un volume di investimenti enorme, in primo luogo per la trasformazione ambientale. E con il livello del debito aumentato molto, la sua riduzione deve avere dei ritmi realistici e compatibili con la crescita", ha proseguito. "Oggi si avvia la discussione e la Commissione si è impegnata a presentare delle proposte entro la prima metà dell'anno prossimo", ha concluso.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.