Facebook Pixel
Milano 12-apr
0 0,00%
Nasdaq 12-apr
18.003,49 -1,66%
Dow Jones 12-apr
37.983,24 -1,24%
Londra 12-apr
7.995,58 +0,91%
Francoforte 12-apr
17.930,32 -0,13%

Agroalimentare, corre l'export del cibo Made in Italy durante le festività

Agroalimentare, Economia
Agroalimentare, corre l'export del cibo Made in Italy durante le festività
(Teleborsa) - E’ record storico per l’export del cibo Made in Italy durante le festività natalizie: dalle rinomate bollicine (vini, spumanti, grappa e liquori) ai cibi della tradizione (panettoni, formaggi, salumi). Per il periodo dfra Natale e Capodanno, stima Coldiretti, il commercio di questo prodotto ha raggiunto i 5,3 miliardi di euro, in aumento del 20% rispetto allo scorso anno.

Ad aumentare a doppia cifra è il valore delle esportazioni di tutti i prodotti più tipici delle feste, dallo spumante (+23%), trainato dal Prosecco (+26%) ai panettoni (+13%), ma ad essere richiesti sono anche il caviale Made in Italy, che fa segnare una crescita sui mercati internazionali del +26%, e le sempre più gettonate paste farcitecome tortellini e cappelletti (+13%). In salita pure la domanda di formaggi italiani che fanno registrare un aumento in valore delle esportazioni del 18%, così come quella di prosciutti, cotechini e salumi (+7%).

A guidare la classifica di questo Natale all’estero è però lo spumante italiano, più forte anche delle difficoltà causate dalla guerra in Ucraina sui mercati internazionali, tanto da trainare l’intero settore dei vini per i quali si segnala complessivamente un aumento del 12% in valore dell’export.

Il successo dell’export - sottolonea Coldiretti - spinge anche il valore complessivo della filiera agroalimentare che nel 2022 è diventata la prima ricchezza dell’Italia, per un valore di 580 miliardi di euro con un aumento del 7% rispetto all’anno precedente nonostante le difficoltà legate alla situazione internazionale.
Condividi
```