Facebook Pixel
Milano 23-apr
0 0,00%
Nasdaq 23-apr
17.471,47 +1,51%
Dow Jones 23-apr
38.503,69 +0,69%
Londra 23-apr
8.044,81 +0,26%
Francoforte 23-apr
18.137,65 +1,55%

Qomodo, round da 34,5 milioni di euro guidato da Fasanara Capital

La fintech nasce in Italia per semplificare l'esperienza di pagamento e portare nuovo benessere agli esercenti e ai loro clienti

Economia, Fintech
Qomodo, round da 34,5 milioni di euro guidato da Fasanara Capital
(Teleborsa) - Qomodo, nuova fintech italiana che porta negli store fisici una suite di soluzioni per i pagamenti smart (compresa la formula Buy Now Pay Later) ha ottenuto la fiducia del lead investor Fasanara Capital con una raccolta pari a 34,5 milioni di euro (sotto forma di equity e linea di credito), che costituisce uno dei pre-seed più importanti in Italia in ambito tech ad oggi. La start-up è stata ideata e fondata da Gianluca Cocco e Gaetano De Maio, due imprenditori che vantano exit nell'ambito tech in Italia e all'estero tra il 2018 e il 2022.

Al round hanno partecipato anche i fondi Exor Ventures, Proximity Capital, Ithaca Investment, Lumen Ventures, The Techshop, Primo Ventures - oltre agli internazionali Notion Capital, Octopus Ventures e Plug and Play Tech Center. Mentre tra gli angels hanno aderito: Mark Ransford, Luca Ascani, Attilio Mazzilli, Simone Mancini (Scalapay), Benedetta Arese Lucini, Kai Hansen (Lieferando), Giorgio Tinacci (Casavo), Stiven Muccioli (BKN301), Freddy Kelly (Credit Kudos), Christer Holloman (Divido), Raffaele Terrone (Scalapay), LCA Ventures e Andrea Gennarini.

Qomodo si posiziona sul mercato dei digital payments come un aggregatore di sistemi di pagamento, pensato per permettere agli mesercenti di proteggere e amplificare il proprio flusso di cassa e consentire ai clienti di pagare in comode rate senza interessi con la formula Buy Now Pay Later.

"Abbiamo sviluppato un nuovo prodotto di incasso, che offre agli esercenti tutte le soluzioni di pagamento necessarie oggi: dal POS tradizionale nella versione SmartPOS, a prodotti innovativi come il Buy Now Pay Later, il Pay-by-Link o il Tap-to-Phone - ha commentato Gianluca Cocco, CEO e co-fondatore di Qomodo - In questo modo portiamo innovazione in molti settori che spesso subiscono un eccessivo ritardo tecnologico e soffrono i meccanismi lenti e complessi della burocrazia".

"Attraverso una piattaforma semplice, trasparente e sicura, Qomodo permette agli esercenti di liberarsi dallo stress legato alla relazione con i clienti nella gestione dei pagamenti - oggi più che mai un aspetto molto delicato - consentendo loro di focalizzarsi totalmente sulla propria attività", ha aggiunto Gaetano De Maio, COO e co-fondatore di Qomodo.
Condividi
```