Facebook Pixel
Milano 11:48
34.523,15 +0,18%
Nasdaq 22-mag
18.705,2 0,00%
Dow Jones 22-mag
39.671,04 -0,51%
Londra 11:48
8.372,45 +0,03%
Francoforte 11:48
18.731,69 +0,28%

Cents, round pre-seed da 1,15 milioni di euro

Economia
Cents, round pre-seed da 1,15 milioni di euro
(Teleborsa) - Cents, startup fintech early-stage fondata nel 2021 a Perugia, ha perfezionato un round pre-seed da 1,15 milioni di euro guidato da SICI (Sviluppo Imprese Centro Italia SGR), tramite il Fondo Umbria Ricerca e Innovazione che opera mediante risorse PORFESR 2014-2020 della Regione Umbria e sottoscritto anche da 40Jemz Ventures (ex Bonsai - Bonsai Ventures), Apside - V partecipata al 50% da Intesa Sanpaolo e Digital Magics, l'Acceleratore Fin+Tech e XEquity, insieme a un pool di Business Angels.

Fondata da Riccardo Valobra e Alessio Mazzalupi, Cents intende ridefinire l'approccio ai temi di responsabilità e impatto - sia sociale, sia ambientale - nelle dinamiche di Governance aziendale, rendendo più immediato l'accesso ai framework ESG (Environmental, Social, Governance) e alle pratiche di CSR (Corporate Social Responsibility).

La startup utilizzerà le nuove risorse finanziarie per lanciare la prima piattaforma europea basata su un modello "Impact-as-a-Service" (IAAS), potenziandone lo sviluppo tecnologico e migliorando la propria offerta B2B (e B2B2C) con cui punta a supportare, attraverso partnership trasformative, e-commerce, banche, cooperative di credito e istituzioni finanziarie, connettendole con più di 50 enti-no profit operanti su scala nazionale e internazionale.

"In Cents, stiamo sviluppando ex novo l'intera impalcatura della piattaforma, partendo dalla raccolta di vasti volumi di dati non strutturati, ossia big data, per poi elaborarli attraverso un motore di intelligenza artificiale basato su un modello machine learning prodotto in-house - ha spiegato Claudio Cardinale, Co-Founder e CTO di Cents - Con il nostro software vogliamo permettere ai partner commerciali di semplificare le operazioni di back-office, l'elaborazione delle donazioni e le integrazioni tecniche con gli enti no profit e i loro progetti, ottimizzando, allo stesso tempo, il matching tra donatore e causa".

La prospettiva da qui al 2025 - si legge in una nota - è quella di ottenere una rapida crescita in organico, tramite l'acquisizione di partner strategici in Italia, puntando al raggiungimento di metriche sufficienti alla chiusura di un seed round entro 24 mesi, in modo tale da posizionare la piattaforma come benchmark di riferimento a livello europeo.
Condividi
```