Facebook Pixel
Milano 15-lug
34.376 0,00%
Nasdaq 15-lug
20.387 +0,27%
Dow Jones 15-lug
40.212 +0,53%
Londra 15-lug
8.183 0,00%
Francoforte 15-lug
18.591 0,00%

In recupero la Borsa di Milano, bene i titoli bancari

Commento, Finanza, Spread
In recupero la Borsa di Milano, bene i titoli bancari
(Teleborsa) - Seduta in leggero rialzo per le Borse europee, dopo i ribassi della settimana scorsa in scia all'esito delle elezioni europee e alla decisione del presidente francese Macron di indire elezioni parlamentari anticipate, che hanno alimentato i timori riguardo a una tenuta della politica del Vecchio Continente.

L'Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,05%. Seduta in frazionale ribasso per l'oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,56%. Seduta in lieve rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che avanza a 78,65 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota +153 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 3,91%.

Tra i mercati del Vecchio Continente bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,22%, piatta Londra, che tiene la parità, e sostanzialmente tonico Parigi, che registra una plusvalenza dello 0,34%.

Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,51%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 34.999 punti. Guadagni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (+0,31%); sulla stessa linea, in moderato rialzo il FTSE Italia Star (+0,26%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Banca Popolare di Sondrio (+2,45%), Unipol (+2,13%), Leonardo (+1,56%) e Unicredit (+1,49%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su ERG, che prosegue le contrattazioni a -2,98%. Pensosa Amplifon, con un calo frazionale dell'1,41%. Tentenna DiaSorin, con un modesto ribasso dell'1,39%. Giornata fiacca per Terna, che segna un calo dell'1,33%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, LU-VE Group (+2,33%), MFE B (+2,25%), MFE A (+2,05%) e Intercos (+1,79%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su GVS, che prosegue le contrattazioni a -3,14%. In rosso BFF Bank, che evidenzia un deciso ribasso del 2,09%. Spicca la prestazione negativa di The Italian Sea Group, che scende dell'1,65%. Carel Industries scende dell'1,61%.
Condividi
```