Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 2 Aprile 2020, ore 07.54
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Dall'Auto alla Trottinette

Tutto fermo, dopo aver razziato le economie, distrutto interi popoli, umiliato le famiglie

Guido Salerno Aletta
Guido Salerno Aletta
Editorialista dell'Agenzia Teleborsa
1 2 »

Fatevi un giro per i negozi, i supermercati, i pochissimi saloni d'automobili rimasti ancora aperti, le Agenzie di banca sopravvissute alla Grande Mutazione.

Un mortorio.

Nessuno guarda più le vetrine: si entra direttamente per chiedere ciò che ci serve, e comunque dopo aver guardato bene su internet dove si può risparmiare. Le insegne le hanno tolte, anche loro per risparmiare. Anche il negozio si è fatto più piccolo, rispetto all'ultima volta che siamo entrati: da tre porte sulla strada ad una sola. Basta ed avanza.

Solo cestini al braccio, quando si fa spesa. Niente più carrelli, inutilmente ingombranti. Poche cose sul fondo, guardando prima al banco delle offerte marcate "1 euro" o "2 euro", per un pezzo di formaggio o quattro fette di salame. Niente più confezioni "Tre X Due" o "Formato Famiglia": si compra solo ciò che serve. Niente scorte.

Le serrande abbassate non si contano: a proliferare sono i negozietti etnici, gli alimentari con i sacchi di semi in bella vista, dal riso basmati alla quinoa. Roba mai vista prima, abituati come eravamo alle lenticchie ed al Carnaroli, venduti in confezione. Il cingalese sorride sempre, a tutte le ore. Dorme là dentro, pare.

L'Automobile nuova non è più neppure un miraggio, che tanto ora non si compra ma si affitta un tanto al mese: è diventata un incubo già quella che abbiamo, tra il bollo da pagare, l'assicurazione che scade, i punti sulla patente ed i divieti di circolazione quotidiani, la revisione biennale. Ibrida o no, meglio lasciare stare. Tra Euro 4, Euro 5 ed Euro 6 non c'è nessuna differenza. E, se c'è, non cambia niente.

In Agenzia, meglio non passarci: il vecchio direttore di banca è andato in pensione, e non c'è più neppure il cassiere. Le operazioni di sportello si fanno on-line, da casa, pagandole noi. In compenso, l'hanno trasformata in un salottino: ti chiedono, con sussiego, i tuoi soldi in gestione. Niente conto corrente, che ti pela ogni mese. "Boh, vedremo...": c'è confusione anche qui, tra le Commissioni di entrata, il Profilo di rischio, ed il limite ai prelievi senza penali.
1 2 »
Altri Editoriali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.