Sabato 4 Luglio 2020, ore 22.19
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

La Germania crea posti di lavoro ma i negozi restano semi deserti

Molto deludenti i dati sulle vendite al dettaglio, mentre si conferma positivo il quadro occupazionale

Economia, Macroeconomia ·
(Teleborsa) - Marzo a due colori per il commercio al dettaglio tedesco.

Secondo i dati diffusi dall'Ufficio Federale di Statistica tedesco (Destatis), nel periodo in esame si è registrato un decremento dell'1,8% in termini nominali e del 2,3% in termini reali rispetto al mese precedente. Le attese degli analisti erano per un aumento dello 0,4%.

Da rilevare che le vendite al dettaglio tedesche sono un indicatore molto volatile e soggetto ad ampie revisioni. Per questo gli analisti tendono a considerare le variazioni mensili con cautela, puntando soprattutto sulle medie trimestrali. A tal proposito, nei primi tre mesi dell'anno si è registrato un balzo del 3,6% in termini nominali rispetto a marzo del 2014.

La variazione annuale è risultata positiva del 3,5% in in termini reali e del 3,2% in termini nominali sIn questo caso i dati risultano in linea con il consensus.

Tutt'altra musica i dati sull'occupazione. Sempre stamane l'ufficio di Statistica tedesco ha fatto sapere che a marzo il numero di persone residenti in Germania aventi un impiego è pari a 42,5 milioni di unità. Rispetto allo stesso mese dell'anno scorso si è verificato un aumento degli occupati di 238 mila unità, o dello 0,6%, anche se il ritmo delle assunzioni è rallentato rispetto a inizio 2015.

I senza lavoro sono invece circa 2 milioni, 207 mila in meno rispetto allo scorso anno.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.