Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Mercoledì 22 Novembre 2017, ore 05.04
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Vaccini, segreterie scolastiche caricate da oneri non propri

Economia, Welfare ·
(Teleborsa) - Il decreto sull'obbligatorietà dei vaccini per l'iscrizione a scuola avrà ripercussioni negative sul lavoro delle segreterie scolastiche, la denuncia arriva dal sindacato della scuola Anief, secondo cui le segreterie scolastiche sono state caricate di tensioni e oneri afferenti a sanità e famiglie.

Per il sindacato, che chiede lo stop all'attuazione del decreto, spiega che "attraverso le due circolari esplicative si è riusciti nell’impresa di fare peggio della norma-madre: sono state imposte rigide disposizioni che precludono la possibilità di far frequentare la scuola agli alunni fino a 6 anni non in regola, minando il diritto allo studio previsto dalla Costituzione italiana".

Inoltre, il sindacato sottolinea che in questo modo "si conferisce ai presidi una responsabilità, con tutte le incombenze che comporta, che per ovvi motivi non può essere a carico dell’istruzione pubblica ma rimane di carattere puramente medico-sanitario".

"Serviva un dibattito e un adeguato confronto con le parti sociali, inoltre lo Stato si è spinto oltre le proprie competenze dimenticando di attivare un adeguato raccordo con la scuola", commenta il Presidente del sindacato Marcello Pacifico, promettendo di impugnare il provvedimento.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.