Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Domenica 19 Novembre 2017, ore 05.53
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Viaggi? Agosto non ti conosco. Meglio a settembre e ottobre

Economia ·
(Teleborsa) - Agosto, moglie mia non ti conosco. Sembra proprio però che bisognerà cambiare mese visto che settembre e ottobre scalano sempre più posizioni nel cuore dei vacanzieri.

La buona notizia è che il settore del turismo cresce, trainato dalla ripresa economica e dalla fiducia dei consumatori. Lo dice il report elaborato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l’Istituto Piepoli, secono il quale il flusso turistico aumenterà anche per la prossima stagione invernale, incentivato dal miglioramento dell’andamento economico nazionale. Rispetto alle precedenti rilevazioni emerge la tendenza a "destagionalizzare" le vacanze, prendendo in considerazione anche mesi meno "tradizionali" come settembre e ottobre.

Destagionalizzato è meglio - Cambia, infatti, il modo di programmare il periodo di riposo. Meno soggiorni lunghi, più esperienze di breve durata. Per il prossimo trimestre la durata media del viaggio non supererà le 7 notti, in diminuzione rispetto allo stesso periodo del 2016. Si allunga, perciò, la stagione turistica: oltre a luglio e agosto, gli italiani sono propensi a partire anche a settembre e ottobre.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.