Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 15 Novembre 2018, ore 00.45
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse caute in attesa di Fed e BCE. Spread BTP/Bund ancora in calo

Questa sera la Banca Centrale americana dovrebbe annunciare un nuovo rialzo dei tassi. Domani sarà invece il turno della Banca Centrale Europea

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Partenza in frazionale rialzo per Piazza Affari in un'Europa che sceglie invece la via della cautela in vista dei meeting di politica monetaria della Federal Reserve e della Banca Centrale Europea.

Questa sera la l'Istituto centrale statunitense dovrebbe annunciare un nuovo aumento del costo del denaro, una mossa ampiamente attesa dai mercati che invece guarderanno con molta attenzione ad eventuali indicazioni sulla policy dei mesi a venire in occasione della conferenza stampa del Chairman Jerome Powell.
In concomitanza con l'annuncio tassi, inoltre, saranno rilasciate le previsioni di crescita trimestrali.

Domani, invece, sarà il turno della BCE, chiamata anche a dibattere sull'eventuale ritiro graduale del quantitative easing.

Dal fronte macroeconomico, in focus la produzione industriale della Zona Euro.

Sul valutario l'Euro / Dollaro USA è stabile su 1,175 mentre tra le commodities l'Oro è invariato a 1.295,1 dollari l'oncia, il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) segna un calo dello 0,72% a 65,88 dollari per barile.

Migliora ancora lo Spread (differenziale tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco), scendendo a 227 punti base, con un calo di 9 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,76%.
Di grande aiuto il consolidamento del Governo, che giusto ieri, 12 giugno, ha messo mano alle nomine di vice Ministri e Sottosegretari.

Nello scenario borsistico europeo Francoforte resta sui livelli della vigilia come Londra, che mostra una performance pari a -0,11%. Poco mossa anche Parigi, che mostra un +0,1%.

Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,31% a 22.189 punti, continuando la scia rialzista evidenziata da tre guadagni consecutivi, innescata lunedì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 24.423 punti. Pressoché invariato il FTSE Italia Mid Cap (+0,18%); in moderato rialzo il FTSE Italia Star (+0,31%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Campari (+1,49%), STMicroelectronics (+1,13%), Ferrari (+0,88%) e Unicredit (+0,86%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Italgas (-1,50%) nel giorno della presentazione del nuovo Piano Strategico.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Banca Ifis (+2,40%), ERG (+1,46%), Piaggio (+1,43%) e Italmobiliare (+1,40%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Acea, che lascia sul parterre l'1,46%.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.