Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 19 Novembre 2019, ore 01.17
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Flying Angels, parte campagna raccolta fondi patrocinata da ENAC e Assaeroporti

Dal 9 al 18 novembre numero solidale 45585 per garantire il trasporto aereo di bambini gravemente malati

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Dal 9 al 18 novembre torna la campagna #salvALI, a sostegno del Fondo Emergenza Voli di Flying Angels Foundation.

Una chiamata o un sms al numero 45585 - con una donazione di 2, 5 o 10 euro - potrà contribuire ad assicurare tempestivamente il trasporto aereo di bambini gravemente malati, che non possono essere curati nel loro paese, ma anche di equipe mediche che partono per missioni chirurgiche nei paesi in via di sviluppo.

Con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, la campagna #salvALI di Flying Angels può contare sulla rinnovata collaborazione di ENAC e Assaeroporti, che coinvolgeranno gli aeroporti italiani per la diffusione e la promozione della campagna all'interno delle aerostazioni.

"Anche quest’anno l’ENAC ha voluto concedere il patrocinio alla campagna #salvALI per promuovere il Fondo Emergenza Voli - commenta il Direttore Generale dell’ENAC Alessio Quaranta - e sostenere questa encomiabile iniziativa, contribuendo a darne la massima visibilità anche grazie alla diffusione sui propri canali di comunicazione. Riteniamo importante sensibilizzare il maggior numero di persone su questo tema per dare un contributo reale che faciliti i viaggi aerei di bambini bisognosi di cure, delle loro famiglie e dei medici in missione sanitaria. La tempestività che il trasferimento aereo garantisce può fare la differenza per la vita e la salute di piccoli gravemente malati che solo in questo modo riescono a raggiungere le strutture sanitarie che possono offrire cure adeguate. Auspichiamo una partecipazione attiva dei passeggeri e del mondo aeroportuale, sempre sensibile ai temi della solidarietà, per un sostegno concreto alla campagna di comunicazione e raccolta fondi della Flying Angels Foundation".

"Essere chiamati a dare il nostro contributo in un percorso di speranza e di salvezza per decine di bambini e per le loro famiglie - dichiara il Direttore Generale di Assaeroporti Valentina Lener - ci inorgoglisce e ci stimola a rendere sempre più sinergica la comunità aeroportuale. Per tale motivo, anche quest’anno, Assaeroporti è lieta di poter continuare a collaborare con ENAC e con gli aeroporti associati alla Campagna #salvALI di Flying Angels".

"Non tutti i bambini del mondo hanno la fortuna di poter raggiungere in pochi minuti un ospedale dove poter essere curati - spiega Francesco Maria Greco, Presidente di Flying Angels -. In molti casi, e parliamo soprattutto di malattie gravi che ne mettono a rischio la vita o ne compromettono una normale crescita, è necessario per loro viaggiare dal proprio paese ad un altro e molto spesso dal proprio continente ad un altro, per raggiungere quell'ospedale che possa offrire le operazioni chirurgiche di cui hanno bisogno. Per questi bambini, e per i loro genitori - conclude Francesco Maria Greco – esiste Flying Angels, organizzazione non profit unica al mondo che, grazie al Fondo Emergenza Voli, ha potuto garantire a Daniel, e garantirà a tanti altri bambini, un trasferimento aereo immediato per ricevere le cure necessarie".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.