Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 14 Dicembre 2019, ore 23.28
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Unicredit, FABI: "Chiedo intervento. Lavoratori hanno già fatto sacrifici"

Economia ·
(Teleborsa) - "Nel nuovo piano non è prevista alcuna assunzione e Unicredit è una banca nella quale le lavoratrici e i lavoratori hanno già fatto molti sacrifici: gli 8.000 esuberi inseriti nel nuovo piano industriale si andrebbero ad aggiungere ai 26.650 posti di lavoro tagliati a partire dal 2007. Stesso discorso per gli sportelli: ne sono stati chiusi 1.381 e Mustier ne vorrebbe chiudere altri 500, recidendo ancora di più il rapporto con la clientela e il legame col territorio"

Così il segretario generale della FABI, Lando Maria Sileoni, dopo la presentazionel 17% delle filiae del piano industriale Unicredit, che prevede un taglio del 12% della forza lavoro nell'ambito del Gruppo (8.000 posti) e dli (500 unità).

Alla conferenza stampa per la presentazione del Piano, Mustier non ha dato i dettagli del taglio per quanto riguarda l'Italia, sottolineando che "sono state avviate le trattative con i sindacati," ed ha affermato che "saranno socialmente responsabili".

"Sono pronto a confrontarmi pubblicamente, anche in uno studio televisivo, con Mustier e chiedo alla politica di intervenire nell’interesse del Paese", ha concluso il segretario generale della FABI.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.