Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 28 Gennaio 2020, ore 18.00
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Credito, CRIF: a novembre crescono richieste prestiti da parte delle famiglie

Confermato trend di crescita che perdura ininterrottamente da 2 anni

Economia ·
(Teleborsa) - Aumentano a novembre le richieste di prestiti da parte delle famiglie italiane segnando +5,4% rispetto allo stesso mese del 2018, che per altro si era caratterizzato per un robusto aumento, confermando così la dinamica positiva che perdura ininterrottamente da inizio anno. Lo rende noto l’ultimo rapporto Crif che, nello specifico, riporta che i prestiti finalizzati hanno visto l’incremento più consistente, pari a +7,4%, a fronte del +2,8% dei prestiti personali, che tornano in terreno positivo dopo la battuta d’arresto di settembre e ottobre.

Per quanto riguarda invece l’importo medio richiesto, nel complesso delle richieste di prestiti personali e finalizzati, a novembre si registra un calo rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (-1,0%) che porta il valore ad assestarsi a 9.051 euro.

Relativamente ai prestiti finalizzati l’importo medio richiesto è risultato pari a 6.248 euro mentre per i prestiti personali si è attestato a 12.932 euro; in entrambi casi i valori sono allineati a quelli del novembre 2018.

“Il mese di novembre conferma un trend di crescita che perdura ininterrottamente da 2 anni, sostenuto in particolare dai prestiti finalizzati cui rispondono i prestiti personali, tornati in territorio positivo dopo due mesi in flessione - commenta Simone Capecchi, Executive Director di CRIF -. La dinamica in atto è un segnale di come la fiducia dei consumatori sia rimasta positiva in questi mesi malgrado uno scenario macroeconomico non privo di elementi di incertezza. Indubbiamente, sulla propensione delle famiglie a richiedere credito hanno contribuito un costo del denaro contenuto e condizioni di offerta particolarmente appetibili ma va anche sottolineato come l’affermarsi dei paradigmi dell’Open Banking sia destinato a giocare un ruolo estremamente importante: per gli istituti risulterà ancora più vincente offrire ai propri clienti la migliore customer experience, elemento quanto mai fondamentale per dare continuare a questo percorso di crescita”.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.