Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 22 Febbraio 2020, ore 04.52
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee in territorio positivo

A Milano, sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 23.706 punti, con uno scarto percentuale dello 0,58%

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Tutti negativi gli indici di Piazza Affari e degli altri principali listini europei, nonostante l'andamento leggermente positivo di Wall Street sull'allentarsi delle tensioni per il contagio del virus cinese.

L'Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile su 1,109. L'Oro resta su 1.556,5 dollari l'oncia. Forte riduzione del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (-2,47%), che ha toccato 56,94 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +165 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all'1,35%.

Tra gli indici di Eurolandia si muove sotto la parità Francoforte, evidenziando un decremento dello 0,30%, contrazione moderata per Londra, che soffre un calo dello 0,51%, e sottotono Parigi che mostra una limatura dello 0,58%.

A Milano, sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 23.706 punti, con uno scarto percentuale dello 0,58%: il principale indice della Borsa di Milano prosegue in tal modo una serie negativa, iniziata lunedì scorso, di tre ribassi consecutivi; sulla stessa linea, si posiziona sotto la parità il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 25.861 punti. In frazionale calo il FTSE Italia Mid Cap (-0,35%); sui livelli della vigilia il FTSE Italia Star (+0,2%).

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti sanitario (+1,42%), beni per la casa (+1,08%) e tecnologia (+0,94%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti bancario (-1,73%), telecomunicazioni (-1,16%) e petrolio (-1,03%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Moncler (+2,62%), Azimut (+2,54%), Amplifon (+2,20%) e Atlantia (+2,15%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Saipem, che ottiene -3,98%.

Preda dei venditori Unicredit, con un decremento del 3,26%.

Sessione nera per BPER, che lascia sul tappeto una perdita del 2,81%.

In caduta libera Banco BPM, che affonda del 2,80%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, OVS (+1,32%), Zignago Vetro (+1,22%), Reply (+1,18%) e MARR (+0,99%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Cattolica Assicurazioni -2,67%.

Pesante Saras, che segna una discesa di ben -2,54 punti percentuali.

Seduta drammatica per Maire Tecnimont, che crolla del 2,39%.

Sensibili perdite per Fincantieri, in calo del 2,27%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.