Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 29 Febbraio 2020, ore 07.17
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Clima, Sassoli: pianeta si salva abbassando le disuguaglianze

Italia allinei agenda a quella Ue. Dazio chiama dazio: serve mondo che dialoghi

Economia ·
(Teleborsa) - Il pianeta si salva abbassando le troppe disuguaglianze esistenti anche sul fronte dei cambiamenti climatici. "Se vogliamo salvare il pianeta abbiamo bisogno di rimettere la dignità delle persone al centro di un nuovo modello di sviluppo, di abbattere le povertà".

Lo ha affermato il presidente del Parlamento europeo David Sassoli, parlando con i giornalisti ad Assisi in occasione della presentazione del "Manifesto" contro la crisi climatica, spiegando che "la proposta del Green New Deal europeo è il nostro modo di rispondere non solo alla difesa del pianeta come ci chiedono i giovani di tutto il mondo, ma alla necessità di un nuovo livello di sviluppo, che tenga ferma l'idea che il pianeta si salva abbassando le disuguaglianze, perché ce ne sono troppe. E' un mondo troppo ingiusto".

Secondo Sassoli, inoltre, "l'Italia ha bisogno di allineare sempre di più la propria agenda nazionale con quella europea. Perché l'Europa può fare molto ma certamente non può farlo contro gli Stati. Gli occhi di tutto il mondo - ha aggiunto - sono puntati sull'Europa. Vengo ora da Davos, dove c'era grande attenzione. Il professor Stiglitz mi ha detto: lo potete fare solo voi".

Infine, a proposito della guerra dei dazi, il Presidente del Parlamento europeo ha osservato: "Io sono della vecchia scuola e penso che dazio chiama dazio. La piazza europea non è una piazza normale e può rispondere in maniera anche vigorosa. Mi auguro che libero scambio e accordi commerciali prevalgano e che prevalga la ragionevolezza. Abbiamo bisogno di un mondo che dialoghi di più e non di un mondo che si separi".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.