Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 6 Aprile 2020, ore 07.00
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Whirlpool, tavolo al MiSE: azienda rimanda addio al 31 ottobre

"Sito di Napoli perde 20 milioni all’anno e non è più sostenibile" ha ribadito la multinazionale americana

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - "Whirlpool ha dato il suo consenso a proseguire la produzione nel sito di Napoli fino al 31 ottobre". Al termine di una trattativa in salita al tavolo del ministero dello Sviluppo economico, in programma oggi, mercoledì 29 gennaio, il gruppo ha acconsentito a mantenere la produzione a Napoli fino al 31 ottobre. Lo ha comunicato il Ministro Stefano Patuanelli secondo quanto riferiscono i sindacati.

Addio, però, solo rimandato con la soluzione ancora lontanissima. In un primo momento, l’azienda aveva addirittura confermato lo stop della produzione delle lavatrici nel sito di Napoli dal 31 marzo. Una decisione definita da Patuanelli “inaccettabile“, con i sindacati – Fim, Fiom, Uilm e Ugl – immediatamente sul piede di guerra. Poi è arrivata la mediazione sulla data del 31 ottobre, garantendo a Invitalia 7 mesi in più di tempo per trovare un nuovo soggetto pronto a subentrare a Whirpool.

La multinazionale americana ha comunque ribadito che il sito di Napoli perde 20 milioni all’anno e non è più sostenibile.

(Foto: © ?????? ???????/123RF)
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.