Lunedì 10 Agosto 2020, ore 04.42
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Emirates taglia 9mila posti di lavoro

In aggiunta ai 6mila già rimasti a casa, la compagnia aerea rinuncerà a un quarto dei suoi dipendenti

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Anche la compagnia aerea Emirates deve fare i conti con la crisi del trasporto aereo causata dalla pandemia di Covid-19 e si accinge a tagliare ben 9mila posti di lavoro.

La notizia è rimbalzata dal canale della BBC, a cui Tim Clark, presidente di Emirates, la più grande compagnia mondiale operativa sul lungo raggio, ha rilasciato una intervista annunciando la dolorosa decisione e i motivi che l'hanno indotta. Prima degli effetti della pandemia, Emirates contava 60mila dipendenti. Dopo avere dovuto rinunciare in prima istanza al 10% della sua forza lavoro, sarà necessario tagliare un altro 15%. Alla fine, un quarto dei dipendenti saluterà Emirates.

A compendio dell'intervista a Tim Clark, la BBC ha ricordato che la IATA, l'Associazione internazionale del trasporto aereo che rappresenta 290 compagnie, stima una perdita complessiva di 84 miliardi di dollari e la perdita di 1 milione di posti di lavoro nel 2020.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.